FIRENZE – Una buona notizia per gli atleti risultati positivi al Covid-19: la Federazione Medico Sportiva Italiana infatti ha accorciato notevolmente i tempi per il “return to play”, ovvero per sostenere la visita di controllo per il ritorno in campo dopo il contatto col virus.

Adesso già dopo 7 giorni dalla negativizzazione (e non più un mese dopo) si potrà procedere a una nuova visita per l’idoneità per gli atleti sotto i 40 anni e in pari con la vaccinazione. Per gli over 40 serviranno invece 14 giorni.

A questo link è possibile leggere il documento completo.

“Il protocollo – si legge nel documento ufficiale della FMSI – è stato aggiornato in base alle più recenti evidenze medico-scientifiche in relazione all’infezione da SARS-CoV-2, che dimostrano come le complicanze cardiache (in particolare, la mio-pericardite) siano rare nei giovani atleti e si risolvano in genere favorevolmente in tempi relativamente brevi, anche in considerazione del fatto che gli atleti sono soggetti sani, essendo stati sottoposti periodicamente a screening per idoneità agonistica ai sensi della legislazione italiana. Il documento, in linea con le più recenti decisioni assunte dal Governo contro la diffusione dei contagi da Covid-19, tiene conto del mutato contesto sanitario nazionale e dell’avanzamento della campagna vaccinale”.

“L’obiettivo – si prosegue – in accordo con il CONI, è quello di favorire la ripresa dell’attività sportiva dopo infezione da SARS-CoV-2 in condizioni di sicurezza per l’atleta, senza ulteriore aggravio del Sistema Sanitario Nazionale -già molto impegnato nella gestione dell’emergenza pandemica- e limitando gli esami diagnostici necessari e, di conseguenza, i costi a carico delle famiglie. Sono stati, perciò, identificati i soli approfondimenti diagnostici essenziali, circoscritti in relazione all’età, alla presenza o meno di patologie individuate come fattori di rischio, allo status vaccinale, oltreché allo stadio clinico della malattia, nel massimo rispetto della tutela della salute degli atleti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA