FIRENZE – La Città Metropolitana di Firenze ha assegnato il “Premio Cittadino Metropolitano dello Sport” per il 2020, alla memoria di Paolo Rossi.

E il consigliere della Metrocittà delegato allo sport, Nicola Armentano, ha annunciato giovedì 24 dicembre, durante la premiazione, che il prossimo anno accanto al Premio cittadino sarà anche asssegnato un “Premio Paolo Rossiù” per la solidarietà. Armentano ha comunicato questa decisione alla moglie di “Pablito”.

Anche giovedì si è inteso attraverso il riconoscimento “premiare la solidarietà che in questo 2020 è venuta dal mondo dello sport e consegnando un riconoscimento a quanti – singoli sportivi e/o associazioni sportive – si sono distinti in quest’anno di pandemia con azioni e attività solidali nei confronti di chi ha ed ha avuto bisogno”.

“Abbiamo trasformato il “Premio allo Sportivo” – ha detto Armentano – in un “Premio Etico all’attività solidale”, quest’anno in memoria di Paolo Rossi e il prossimo anche con un ricoscimento che porterà il suo nome”.

Il Premio “Cittadino Metropolitano dello Sport”, istituito lo scorso anno, punta a dare un maggiore, ampio e diffuso impulso alla promozione sportiva che è motivo di crescita sociale, culturale e identitaria nel senso più nobile del termine per tutti i cittadini.

Malgrado nell’anno 2020 l’attività motoria e sportiva sia stata in larga parte venuta a motivo dell’emergenza sanitaria Covid-19, “il mondo dello sport ha sostenuto – ha tenuto a dire Armentano – nelle più varie accezioni, i nostri cittadini in un periodo così doloroso e difficile”.

A tal fine gli uffici della Città Metropolitana hanno contattato gli assessori allo sport dei Comuni perché comunicassero i nominativi dei singoli sportivi e/o delle associazioni sportive residenti o con sede negli stessi Comuni, che si siano distinti in azioni e/o attività solidaristiche verso chi, causa l’emergenza sanitaria in atto, ha più avuto bisogno.

@RIPRODUZIONE RISERVATA