FIRENZE – Porte o chiuse o porte aperte per i campionati dilettantistici e giovanili? Il nodo resta sempre legato, almeno fino al prossimo 7 ottobre, a quel “singoli eventi sportivi di minore entità” per cui è concessa la presenza del pubblico.

Il che significa sì al pubblico nelle amichevoli e nelle varie coppe ma al momento no ai campionati veri e propri.

Un vero e assurdo rebus che, se non ci saranno novità nelle ultime ore, costringerà la Serie D a ripartire senza pubblico domenica prossima.

Intanto proprio per anticipare il problema, il Comitato Regionale Toscana ha deciso di bypassare la questione per i tornei d’élite che sarebbero dovuti partire il 3 e 4 ottobre, posticipando l’inizio di una settimana e sperando che nel frattempo il nodo sia sciolto

“Considerato che l’ultima interpretazione del Dpcm del 7 agosto da parte del Comitato tecnico scientifico e degli altri enti e organi preposti vieta l’ingresso del pubblico alle gare di campionato fino al 7 ottobre – scrive il Comitato Regionale – è stato deciso di posticipare l’inizio dei campionati élite juniores, allievi e giovanissimi dal 3 e 4 ottobre al 10 e 11 ottobre, al fine di non penalizzare le società coinvolte in questi campionati che, contrariamente, avrebbero dovuto disputare le gare a porte chiuse”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA