CHIANTI FIORENTINO – Sarà una stagione particolare per il calcio dilettantistico. Insieme al nuovo format dei campionati dall’Eccellenza alla Seconda Categoria (con gironi più snelli) cambia anche qualcosa nel regolamento.

Ma vediamo meglio categoria per categoria, con le tre opzioni previste dal Comitato Regionale: finale senza problemi; emergenza sanitaria che costringa a uno stop breve; emergenza che costringa di nuovo a uno stop definitivo.

ECCELLENZA

Se non ci saranno emergenze sanitarie, le tre vincenti dei gironi di Eccellenza si giocheranno in un triangolare (con gare di andata e ritorno) i due posti disponibili per la Serie D. La terza del triangolare invece accederà agli spareggi nazionali con le seconde d’Eccellenza delle altre regioni.

Sì ai play-off che si giocheranno tra le squadre classificate tra il 2° e il 5° posto nei tre gironi (con forbice abbassata a 7 punti)

In caso di emergenza sanitaria, invece possibile anche la cristallizzazione della classifiche al momento dello stop. La terza opzione, più soft, vede soltanto gara di andata per gli spareggi tra le vincenti.

7 le retrocessioni in Promozione: due dirette per ogni girone, più la perdente del girone (andata e ritorno) tra le tre squadre al 10° posto nei tre gironi. Anche qui possibili le altre due opzioni in base all’andamento sanitario.

PROMOZIONE

Quattro le promozioni dirette in Eccellenza per le vincenti dei quattro gironi. Poi il via ai play-off dal 2° al 5° posto (forbice ridotta a 7 punti): le vincenti si sfideranno in un triangolare per un ulteriore posto in Eccellenza.

In caso di emergenza sanitaria, graduatoria di merito fra le squadre vincenti dei play-off dei quattro gironi. Se lo stop fosse definitivo, non si giocherebbero i play-off e le seconde classificate verrebbero inserite in una graduatoria di merito per un posto in Eccellenza.

Tre invece le retrocessioni in ogni girone: una diretta e due tramite play-out (forbice ridotta a 7 punti). In caso di stop definitivo, retrocedono le ultime tre di ogni girone.

PRIMA CATEGORIA

Salgono in Promozione le 8 vincenti dei gironi, oltre la migliore per graduatoria di merito tra le 4 vincenti degli spareggi tra le otto vincenti dei play-off (forbice ridotta a 7 punti).

In caso di emergenza sanitaria, graduatoria di merito fra le squadre vincenti dei play-off dei quattro gironi. Se lo stop fosse definitivo, non si giocherebbero i play-off e le seconde classificate verrebbero inserite in una graduatoria di merito per un posto in Promozione.

Tre retrocessioni per girone: una diretta, più due ai play-out (forbice ridotta a 7 punti).

In caso di stop definitivo, retrocedono le ultime tre di ogni girone.

SECONDA CATEGORIA

Salgono in Prima Categoria le 13 vincenti dei gironi, oltre la migliore per graduatoria di merito tra le 6 vincenti degli spareggi tra le 13 vincenti dei play-off (forbice ridotta a 7 punti).

In caso di emergenza sanitaria, graduatoria di merito fra le squadre vincenti dei play-off dei quattro gironi. Se lo stop fosse definitivo, non si giocherebbero i play-off e le seconde classificate verrebbero inserite in una graduatoria di merito per un posto in Prima.

Tre retrocessioni per girone: una diretta, più due ai play-out (forbice ridotta a 7 punti).

In caso di stop definitivo, retrocedono le ultime tre di ogni girone.

@RIPRODUZIONE RISERVATA