FIRENZE – Un sostegno concreto. E’ quello che Publiacqua metterà in campo da settembre per sostenere la ripartenza di realtà che l’emergenza sanitaria ha messo in fortissima crisi.

Realtà del mondo dello sport e della cultura per le quali Publiacqua emetterà due bandi specifici.

UN CLICK DAY PER LO SPORT

Si terrà il 30 settembre il Click Day dedicato al mondo dello sport. Un’intera giornata.

L’ammontare complessivo messo a disposizione da Publiacqua sarà di 150.000 euro.

Rispetto al 2019 il sostegno che Publiacqua garantisce allo sport aumenta quindi del 132%. Semplice il meccanismo di accesso al sostegno.

Dalle ore 00.01 alle ore 24.00 del giorno stabilito sarà sufficiente collegarsi alla pagina clickdaysport.publiacqua.it, riempire la form e richiedere il contributo.

Il bando è destinato a:

1) soggetti concessionari di impianti pubblici che erogano un servizio al pubblico o nel cui contratto di concessione è previsto l’obbligo di garantire all’Ente concedente, a titolo gratuito, lo spazio per attività di pubblico interesse;

2) associazioni sportive dilettantistiche (ASD). Per tutti quei soggetti che rientreranno nei requisiti previsti dal bando sarà erogato un contributo che sarà commisurato fino al 50% della bolletta del servizio idrico 2019 e comunque fino ad un massimo di 4.000 euro.

Publiacqua è da sempre vicina al mondo dello sport e della cultura. Fanno parte di questi due mondi nostri partner storici a cui abbiamo rinnovato il nostro sostegno in virtù di un rapporto ormai consolidato nel tempo che non può venire meno in un frangente tanto difficile.

Per lo sport vengono sono state ad esempio confermate le partnership storiche con Rari Nantes Florentia e Centro Giovanile di Formazione Sportiva di Prato per un totale di 40.000 euro.

“Siamo da sempre vicini al territorio – dice Lorenzo Perra, presidente Publiacqua SpA – e con queste due iniziative a fianco di sport e cultura lo ribadiamo con forza. L’emergenza sanitaria ha colpito duramente tante realtà di tutti i settori”.

“Noi con il Click Day – sostiene – andiamo a sostenere un settore che è prezioso per la nostra società, per i nostri ragazzi e per le famiglie e che a settembre rischia di trovare difficoltà incredibili per ripartire.”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA