Maglioni e Chiarelli

FIRENZE – Nel segno della continuità. Il Porta Romana riparte per la stagione prossima da Niccolò Chiarelli, confermato nel ruolo di responsabile dell’area tecnica.

Entra a far parte dello staff Daniel Maglioni, in qualità di primo collaboratore dell’area tecnica.

Saranno loro due a disegnare le squadre del Porta Romana per la stagione sportiva 2021/22.

“Il desiderio di tutti – spiega il presidente Lapo Cirri – è mettersi alle spalle una stagione disgraziata, iniziata con i migliori propositi ma subito interrotta, trascorsa poi tra mille incertezze, senza sapere bene cosa si poteva fare o non fare, e conclusa, per nostra scelta, nell’unico modo possibile, nel rispetto innanzitutto della salute dei ragazzi, con la rinuncia al prosieguo di un campionato anomalo e di dubbio divertimento. A questo punto il primo pensiero è programmare la prossima stagione, augurandoci che sia il più possibile “normale”: abbiamo deciso di fare questo nel segno della continuità confermando Niccolò Chiarelli come responsabile dell’area tecnica ed affiancandogli il giovane Daniel Maglioni come suo primo collaboratore. A loro il compito innanzitutto di risollevare il morale di un gruppo che sicuramente ha accusato la delusione di quest’anno, e costruire una squadra competitiva, nella tradizione del Porta Romana. L’augurio a tutto il calcio dilettantistico è che si possa quanto prima tornare sugli spalti a vivere il calcio giocato, che oramai da un anno manca completamente”.

“Voglio ringraziare tutta la società – commenta Niccolò Chiarelli – la famiglia arancionera che mi è stata vicina in un momento particolare che mi ha tenuto per qualche tempo lontano dall’ambiente. Questa situazione che stiamo vivendo purtroppo ti toglie tutte le certezze. Sono felice di ritrovare una società compatta, con voglia di programmare e costruire. L’obiettivo è ripartire con entusiasmo. Vediamo come saranno i prossimi mesi, in queste settimane parleremo con tutti, faremo il punto della situazione per riprendere da dove avevamo lasciato. Cominceremo incontrando mister Lacchi, con il quale ho già fissato un appuntamento questa settimana. La figura di Maglioni? Daniel è un ragazzo che avrà un futuro in questo ambiente, ha volontà e idee. A Porta Romana oggi c’è una società, una struttura organizzativa che ci può permettere di gettare le basi per costruire, in tempi brevi, qualcosa di importante. Sono un sognatore, non mi pongo limiti. Speriamo di ripartire prima possibile. Forza arancioneri!”.

Daniel Maglioni si presenta così: “Vorrei ringraziare la società per la fiducia che ha riposto nel sottoscritto. Ho 27 anni, in passato sono stato un giocatore del Porta Romana. Sono giovane ma sono stato sempre attratto dalla gestione dell’area tecnica, e quando si è presentata questa opportunità l’ho colta con entusiasmo. Il mio ruolo sarà quello di primo collaboratore dell’area tecnica, affiancherò Niccolò che ringrazio per la disponibilità a introdurmi in questo mondo, mi aiuterà a capirne le dinamiche. Insieme andremo a costruire la squadra per la prossima stagione, la società ci ha chiesto di costruire una rosa competitiva fondata su valori non solo calcistici ma anche umani, nella tradizione di questa società”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA