Zanetti (a destra) in posa con il tavarnellino Pozzi in occasione della gara d'andata

TAVARNELLE – Uno, Nicola Pozzi (a sinistra nella foto), ex centravanti di Empoli e Sampdoria, è stato il grande acquisto a stagione già iniziata del presidente del San Donato Tavarnelle Andrea Bacci.

Sta recuperando la condizione, oggi era alla sua quarta uscita in panchina, e ormai i tifosi fremono nell’attesa che mister Simone Marmonini decida di lanciarlo nella mischia.

L’altro, Cristiano Zanetti (a destra nella foto), ex centrocampista di Fiorentina, Inter, Roma, è alla guida di quella Massesse che oggi pomeriggio ha inflitto una severa lezione ai gialloblu.

Nel pre-partita si sono incontrati e salutati con grande affetto. Poi ognuno ha fatto il suo percorso per 90 minuti che hanno lasciato molta amarezza fra i tifosi di casa al “Pianigiani”.

Il 3-0 è un un risultato pesante, che proietta i bianconeri nelle zone altissime della classifica: “Sono molto contento della prova dei ragazzi, capaci di saper soffrire e ripartire al momento giusto, di fronte a un avversario che abbiamo rispettato e colto di sorpresa in fase difensiva e in impostazione. Faccio i complimenti ai miei giocatori e al San Donato Tavarnelle”.

Un episodio chiave del match è stato sicuramente il rigore di Regoli, neutralizzato da Feola: “I numeri parlano chiaro, da quando c’è lui in porta abbiamo fatto 10 punti in 4 partite, è un portiere di altre categorie. Forse siamo di fronte a un penalty che è stato giustamente concesso, il fallo c’era, ma forse era fuori area di rigore”.

Zanetti che elogia il manto erboso del Pianigiani di Tavarnelle: “Un clima fantastico per giocare a calcio in un impianto dove questo campo ci permette di giocare a calcio ed esprimerci al meglio”.

Un giocatore chiave del match è stato l’estremo difensore Feola appunto, ecco le sue parole: “La squadra ha fatto ottime partite nell’ultimo mese e i risultati si vedono. Il rigore era probabilmente fuori area di rigore, l’arbitro ha preso da solo questa decisione, come noi anche loro possono sbagliare”.

Sul penalty ha ipnotizzato Regoli: “Ho aspettato fino all’ultimo secondo che calciasse e come dire ho avuto fortuna”.

Plausi al San Donato Tavarnelle: “Hanno un livello di gioco molto alto, anche se pressati riuscivano a scambiarsi la palla, mi hanno impressionato al pari della Unione Sanremese. Se continueranno su questa strada porteranno a casa molti punti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione
La redazione di SportChianti dà spazio, ogni giorno, a tutti gli sport nei comuni chiantigiani: calcio, pallavolo, basket, pallamano, baseball, karate, danza, ginnastica, ciclismo...