BARBERINO TAVARNELLE – Sarà una partita storica quella di domani, sabato 23 marzo (ore 14.30), per il San Donato Tavarnelle. Che scenderà in campo all'”Armando Picchi” di Livorno, contro l’Unione Sportiva Livorno.

Purtroppo, a porte chiuse: due gare senza pubblico (quella con i gialloblu e quella con l’Aquila Montevarchi) inflitte dal giudice sportive a causa delle intemperanze dei tifosi amaranto in trasferta a Gavorrano.

Alla vigilia della gara parla ai canali ufficiali gialloblu l’attaccante Francesco Neri, che peraltro è un ex.

“Partite come queste si preparano da sole – dice – Andiamo a goderci questa giornata di sport, peccato per l’assenza dei tifosi, è stata una notizia terribile”.

“Questa partita è importante lungo il cammino della nostro obiettivo – aggiunge – la salvezza. Ho scelto questa piazza perché mi ha cercato a lungo e ha creduto subito in me, sin dall’inizio, a cominciare da mister Collacchioni. Volevo giocare con continuità e dopo l’infortunio a gennaio del 2023, sono stato fermo 6 mesi, prima di ripartire”.

“Fino a dicembre – ammette – non è stato facile trovare la condizione, adesso invece ci sono i gol e le prestazioni. Quando si pronuncia la parola Livorno, per un livornese come me, è una emozione. Vestire quella maglia è stato un sogno che si è realizzato”.

“Sarà una emozione unica tornare in quello stadio – conclude – dove, sin da piccolo, guardavo le partite. Mi voglio godere questa giornata, deve essere indimenticabile”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione
La redazione di SportChianti dà spazio, ogni giorno, a tutti gli sport nei comuni chiantigiani: calcio, pallavolo, basket, pallamano, baseball, karate, danza, ginnastica, ciclismo...