BAGNO A RIPOLI – Il Tar della Toscana ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da Italia Nostra contro la realizzazione del Viola Park a Bagno a Ripoli, in quanto depositato in un momento in cui il termine di 120 giorni per la sua proposizione era ormai decorso.

“Una notizia molto positiva che attendevamo con fiducia” ha dichiarato il sindaco Francesco Casini.

“La stessa fiducia – prosegue Casini – che abbiamo sempre avuto, non solo per la tardività del ricorso, ma anche per la bontà del percorso amministrativo intrapreso dal Comune e da tutti gli altri enti coinvolti: Regione, Città Metropolitana  e Soprintendenza”.

“Per quanto rapido – precisa il sindaco – l’iter è stato estremamente rigoroso e rispettoso di tutte le norme”.

“Ora – esorta – avanti tutta per la realizzazione di questo investimento, importantissimo per Bagno a Ripoli, per il territorio metropolitano e per la Fiorentina”.

“Un messaggio importante per la ripresa economica che ci attende – conclude Casini – e che dimostra che nel nostro Paese si può investire e si può farlo in tempi non biblici”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA