SCANDICCI – Lo Scandicci non ci sta. Dopo la sentenza di primo grado del Tribunale Federale Nazionale arrivata nei giorni scorsi e che è costata due punti di penalizzazione in classifica per i fatti accaduti nella stagione 2018/19, la società blues annuncia una risposta sul piano legale.

“Il C.S. Scandicci 1908 prende atto di quanto notificato – scrive la società in un comunicato – pur confermando, come precisato agli organi preposti, la totale estraneità di ogni suo tesserato ai fatti contestati”.

“La società e il presidente Fabio Rorandelli – prosegue – comunicano l’intenzione di voler procedere fino all’ultimo grado della giustizia sportiva al fine di dimostrare la propria posizione e di tutelare l’immagine propria e dei propri tesserati”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA