Mastropietro esulta dopo l'1-0

OSTIA LIDO – Seconda partita in quattro giorni per il San Donato Tavarnelle, dopo lo stop causa rinvii per Covid di quasi tre mesi.

E dopo il pareggio di mercoledì contro la Pianese, la squadra chiantigiana torna a casa con un pesante 3-0 sulle spalle dalla trasferta laziale contro l’Ostia Mare.

# SERIE D, GIRONE E: RISULTATI, CLASSIFICA E CALENDARIO

Mister Paolo Indiani ne cambia quattro rispetto al mercoledì dell’Epifania, che aveva visto i suoi pareggiare 1-1 al “Pianigiani” contro la Pianese.

Fuori Paolo Regoli, Vigiliardi, Poli e Polvani. Dentro Pisaneschi, capitan Frosali al rientro post Covid, Calonaci e Pino

In attacco rispetto alle due punte (Disanto e Bobo Regoli) di mercoledì, c’è un tridente, con Disanto che si allarga sulla sinistra e Antonino Pino al centro del reparto avanzato. Ancora panchina per Aladje Gomes De Pina.

Anche l’Ostia Mare, come i maremmani mercoledì scorso, sono a partite piene. Ben più rodati quindi dei chiantigiani, ai quali ne mancano sei all’appello.

Nella prima parte la gara è equilibrata, su un terreno reso pesante e complicato dalla pioggia.

Il San Donato Tavarnelle va incredibilmente a un soffio dal vantaggio al 25′.

Errore del portiere dei padroni di casa Giannini, che arriva fino alla bandierina per calciare rasoterra in mezzo al campo.

A intercettare il pallone è Disanto, che calibra una parabola deliziosa che va a incocciare l’incrocio dei pali. Sul prosieguo dell’azione Regoli viene messo giù in area, ma il signor Striamo lascia proseguire.

L’Ostia Mare non sembra premere con decisione. Ma al minuto 30 passa a condurre.

E qui il mezzo errore è del portiere ospite Balli, che esce su un rilancio lungo e rimane a metà strada.

La palla finisce sui piedi di Mastropietro, che “circumnaviga” il difensore in opposizione fino a riuscire a calciare, palla deviata e pallonetto beffardo a Balli.

Il San Donato Tavarnelle ci mette un po’ a riprendersi, ma quando lo fa è l’arbitro che gli taglia le gambe.

Al 42′ clamoroso rigore negato a Disanto: il 10 gialloblu entra in are adi rigore come un coltello nel burro.

D’Astolfo si intromette e lo abbatte in modo plateale. Manca solo il fischio dell’arbitro che però, incredibilmente, non arriva.

Al 44′ i padroni di casa raddoppiano: verticalizzazione per Claudio De Sousa sul lato destro dell’area di rigore. Il bomber bianco-viola calcia forte, rasoterra, battendo Balli.

Si va al riposo sul 2-0 per i padroni di casa. E con gli ospiti furibondi con il direttore di gara.

Il San Donato Tavarnelle rientra in campo con un doppio cambio. Fuori il portiere Balli e dentro Signorini ma, soprattutto, fuori Bobo Regoli e dentro Gomes De Pina (nel primo tempo Indiani aveva sostituito Videtta con Ciurli).

Prima vera occasione al 51′, mentre è iniziato un diluvio: palla lunga per Nanni (il migliore dei suoi). Dribbling a rientrare sul suo piede forte, il sinistro, e tiro a giro bloccato da Signorini.

I gialloblu si rivedono al 54′: Disanto converge da sinistra verso il centro, per andare al tiro con il piede “sordo” (il destro). La palla sembra ben indirizzata ma incoccia beffardamente nel compagno di squadra Pino.

E però il minuto 58 quello del 3-0 per i locali: triangolo sulla sinistra che vede Carta entrare dentro l’area a tutta velocità. Palla in diagonale alle spalle di Signorini.

Il tris lidense taglia le gambe a un San Donato Tavarnelle che denota anche una comprensibile condizione in ritardo rispetto ai locali. E anche il morale sotto i tacchi fa il resto.

Che dal canto loro controllano e vanno vicini alla quarta rete in un paio di occasioni (Nanni ci riprova ancora a giro sul palo lungo).

IL TABELLINO: 3-0

OSTIA MARE: Giannini, Carta, Cabella, Nanni, D Astolfo, De Sousa, Mastropietro, Lazzeri, Ippoliti, Moi, Esposito. A disposizione: Giori, Zoppellari, Pattelli, Menagat, Pedone, De Martino, Licciardello, Gabriele, Verdirosi. Allenatore: Stefano De Angelis (in panchina il vice Lombardo)

SAN DONATO TAVARNELLE: Balli, Montini, Pisaneschi, Videtta, Brenna, Frosali, Regoli V., Caciagli, Pino, Disanto, Calonaci. A disposizione: Signorini, Ciurli, Gomes De Pina, Monticelli, Noccioli, Poli, Polvani, Tartaglione, Viligiardi. All.: Paolo Indiani

ARBITRO: Stefano Striamo della sezione di Salerno

RETI: 30′ Mastropietro, 44′ De Sousa, 58′ Carta

Guarda tutta la partita 👇