TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Al  terzo tentativo, ecco la prima vittoria per Marco Baroni alla guida della Reggina: 1-0 sul campo della Reggiana e tre punti importanti nella corsa salvezza dei calabresi.

Dopo una sconfitta e un pari, il tecnico di Tavarnuzze ha finalmente centrato i primi tre punti al Mapei Stadium di Reggio Emilia nel derby tutto toscano contro Max Alvini, nonostante l’inferiorità numerica.

“A me è piaciuta tanto la prestazione – ha detto Baroni a fine gara – Avevo chiesto personalità: non abbiamo mai subito, siamo andati a prenderli alti. E’ quello che voglio e che chiederò a questi ragazzi. Lo hanno fatto bene oggi e a loro vanno i miei complimenti. C’è voglia di tirarsi fuori da questa situazione. Adesso dobbiamo stare tranquilli. Nel calcio ci vuole equilibrio. Non abbiamo ancora fatto nulla. Il risultato è arrivato contro una squadra temibile e siamo stati bravi ad imbrigliarli”.

“Io ho in testa un tipo di calcio – ha spiegato – entrare in campo, fare la partita e provare a vincere. Il sistema di gioco è funzionale a quelle che sono le caratteristiche dei calciatori a disposizione. Dobbiamo essere difensivamente equilibrati e portare alta la pressione. Non dobbiamo ripiegare, perchè se portiamo gli avversari nella nostra area è più facile subire gol”.

“Sono una persona che vive di fiducia – ha proseguito – Le paure non hanno posto in un terreno di calcio. Si possono pareggiare o perdere le partite, ma bisogna sempre avere dentro ognuno di noi l’orgoglio, la determinazione, la voglia. Al mio arrivo ho detto ai ragazzi che preferisco un passo in avanti che mezzo indietro. Viviamo un momento delicato, dal punto di vista delle assenze e del poco tempo a disposizione. Mi sono già messo alle spalle questa vittoria, perchè tra tre giorni si torna in campo contro una squadra forte e bisogna dare continuità di risultati”.

Intanto è in arrivo un altro scontro salvezza contro la Cremonese, partita dell’ex per Baroni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA