CHIANTI – “Non sarà possibile gareggiare ma ci stiamo organizzando per lanciare comunque una giornata dedicata alla bicicletta sul nostro territorio, in uno dei periodi più belli e rappresentativi per il Gallo Nero, quello della vendemmia”.

Qualche mese fa gli organizzatori della Granfondo del Gallo Nero annunciavano così il rinvio della gara al 2021 anticipando però che il 20 settembre, giorno in cui si sarebbe dovuta correre l’VIII edizione dell’evento, si sarebbe comunque animata la data con un’iniziativa dedicata agli amanti della bicicletta.

Mantenendo fede a quanto promesso la squadra di una delle GF più scenografiche dell’agenda granfondistica del nostro paese, ha lanciato nei mesi scorsi un “bike day” pensato per offrire a ciclisti più e meno esperti e ai loro accompagnatori una giornata da vivere su due ruote tra borghi, cantine, ristoranti e scorci mozzafiato.

Il Bike Day

Protagonisti di questa giornata saranno tutti i cicloappassionati. Immersi nella bellezza naturale del percorso, potranno decidere di sostare presso le cantine aperte e vivere l’esperienza di una visita con degustazione per poi assaporare i piatti che i ristoranti hanno a loro dedicato.

E poi, intrattenimenti musicali e altre iniziative, nelle piazze di Greve e Radda in Chianti e accanto alle diverse statue del Gallo Nero poste sui vari percorsi consigliati il pubblico potrà scattarsi una foto ricordo e postarla su Facebook, taggando la pagina della Granfondo del Gallo Nero, o su Instagram, inserendo gli #chianticlassico e #gallonero. 

Gli autori delle 8 foto più belle realizzate indossando la maglia del Chianti Classico, riceveranno a casa una mistery box del Gallo Nero.

Per chi non fosse ancora in possesso di una delle maglie sportive caratterizzate dal marchio del vino per eccellenza o di una maglia delle precedenti edizioni della Granfondo, potrà acquistarla, a prezzi promozionali, nelle settimane precedenti al Bike Day sul sito chianticlassico.com.

Inoltre per chi, il 20 settembre, volesse pedalare tra le strade del Gallo Nero accompagnato da ciclisti esperti del territorio, potrà partire alle 9 dalle piazze di Greve e Radda in Chianti dove due guide per ognuna delle due piazze partiranno per il classico percorso medio della Granfondo e per i percorsi più corti che vengono proposti ad hoc per il Bika Day.

Non un evento, quindi, ma una giornata in cui il territorio accoglierà gli appassionati della bicicletta che vivranno il percorso senza l’ansia di portare a casa un risultato ma godendosi il viaggio nel pieno rispetto del codice della strada.

L’omaggio a Gino Bartali

Il Bike Day vuole omaggiare una delle figure più importanti della storia non solo ciclistica del nostro paese, Gino Bartali, alla cui memoria sabato 19 settembre (ore 12) sarà inaugurata una scultura commemorativa dell’artista fiorentino Silvano Porcinai nei pressi del fontanello di Panzano, dove il grande ciclista toscano era solito fermarsi per riempire la sua borraccia nei tanti allenamenti che svolgeva nel territorio del Gallo Nero.

Panzano sarà la prima tappa di un percorso in memoria di “Ginettaccio” che si concluderà alla casa Chianti Classico di Radda in Chianti, dove il Consorzio in collaborazione con il Museo del Ciclismo Gino Bartali ha allestito un esposizione di alcuni cimeli di Bartali prestati proprio dal Museo di ponte a Ema.

I percorsi

 L’invito è di venire a pedalare sui percorsi della Granfondo, immersi nei paesaggi che sono diventati l’icona della bellezza italiana.

Per evitare assembramenti ognuno potrà partire da qualsiasi punto. Si consiglia però il rispetto di un senso di marcia che ha inizio a Radda in Chianti, borgo medioevaleche conserva ancora intatta la sua antica cinta muraria affacciata sui vigneti del Gallo Nero.

Il percorso prosegue in direzione Greve in Chianti, città d’origine del navigatore Giovanni da Verrazzano, passando attraverso i vigneti della Conca d’Oro di Panzano in Chianti, per poi attraversare San Casciano e scendere verso Castellina in Chianti, eletta da Michelangelo Buonarroti a buon retiro.

 Il percorso lungo si addentrerà anche nella parte sud del territorio, tra distese di vigneti e salite mozzafiato come quelle di San Regolo e di Castagnoli.

Entrambi i percorsi sono caratterizzati da un susseguirsi di saliscendi, senza vere e proprie scalate tecniche, permettendo di godere  di un paesaggio unico e nel momento della sua massima espressione, la fine dell’estate.

Ai percorsi tradizionali della GFGN, per il 20 settembre, l’organizzazione ne affianca altri due. Sono itinerari più leggeri e decisamente godibili da un punto di vista paesaggistico, sviluppati uno al nord del territorio, 34 km tra Greve e San Casciano e uno al sud, di 28 km, tra Radda, Lucarelli, Pietrafitta e Castellina.

Il limite raccomandato

In occasione del Bike day sulle strade del gallo Nero saranno apposti cartelli che inviteranno automobilisti e motociclisti a moderare al velocità entro un massimo di 40 km orari, nel rispetto del ciclista e di un territorio che dovrebbe sempre essere vissuto e goduto in modalità “slow”

Gli amici del Bike day

In prima linea accanto al Consorzio del Chianti Classico c’è, anche quest’anno, Chianti Banca, la più importante banca di credito cooperativo della Toscana oltre ad essere l’istituto di credito di riferimento per il territorio del Gallo Nero. Assieme a Chianti Banca anche Wilier Triestina che sostiene, quest’anno, anche il Bike Day.

L’App per vivere il Bike day

Il partner tecnico Bikesquare ha sviluppato una speciale sezione dell’app dedicata al Bike Day dove sono segnalati, sui vari percorsi, tutti i punti di interesse della giornata:  cantine aperte, piatti del ciclista nei ristoranti e animazioni. Attraverso Bikesquare anche i meno esperti potranno facilmente affittare e-bike per vivere questa giornata su due ruote senza fatica.

Per tutte le info dettagliate sul Bike Day del Gallo Nero www.granfondodelgallonero.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA