TAVARNELLE (BARBERINO TAVARNELLE) – C’è una nota stonata, stonatissima nella clamorosa stagione del Certaldo, primo nel girone C di Promozione (da neopromosso) con 3 punti di vantaggio sul Centro Storico Lebowski.

Ed è una nota di dolore profondo. Per il diretto interessato. Per la società biancoviola. Per gli sportivi del nostro territorio.

L'”airone” tavarnellino, Matteo Chiostrini, classe 1994, potrebbe infatti essere arrivato a chiudere in modo brusco e traumatico la propria carriera.

Un altro infortunio al ginocchio sinistro, grave, lo ha infatti portato a meditare su quella che a questo punto sembra essere una scelta definitiva. Ovvero smettere con il calcio giocato.

Lo stesso ginocchio, il sinistro, che aveva fatto crack qualche anno fa. Dodici mesi di stop e lavoro durissimo per la riabilitazione.

Poi il ritorno in campo. Due stagioni al Barberino, la fiducia del Certaldo ripagata da un impegno totale, gol, coinvolgimento.

Fino all’ultimo miglio, a quel dolore al ginocchio, a una diagnosi che ha lasciato poche speranze e che tagliato le ali dell'”airone”.

Che adesso, purtroppo, non vede davvero la luce in fondo al tunnel. Che sta pensando, sempre più seriamente, di non tornare più a volare in campo.

E sarà un dispiacere. Per tutti.

Pu.Ma.

@RIPRODUZIONE RISERVATA