L'esultanza al 2-0 di Canocchi

CERBAIA (SAN CASCIANO) – Pubblico delle grandi occasioni a Cerbaia per il derby di altissima classifica nel girone I di Seconda categoria, fra i padroni di casa e la Sancascianese.

Ne viene fuori una partita agonisticamente tirata, senza grandi spunti dal punto di vista del gioco, seguita dal pubblico delle grandi occasioni, con una massiccia componente di tifosi gialloverdi “scesi” a Cerbaia a sostenere i ragazzi di Paolo Mannucci.

# SECONDA CATEGORIA, GIRONE I: I RISULTATI, LA CLASSIFICA, IL CALENDARIO

Mannucci che tornava da ex su quel campo che aveva lasciato portando la squadra del presidente Luca Presciutti (oggi in panchina a seguire i ragazzi) in Prima categoria.

Mannucci che deve fare i conti con numerose assenze: in primis i lungodegenti Signorini e Bartarelli, capitan Corsinovi uscito malconcio domenica scorsa dalla partita con l’Impruneta Tavarnuzze.

Mauro Tramacere Falco ha praticamente la squadra al completo, e davanti punta tutto sulla coppia Ghelli-De Cicco, sostenuta da Calonaci.

Parte forse meglio la Sancascianese, con un sinistro da fuori di Lumachi alto di poco.

Metà della prima frazione di gioco scivola comunque via senza grandi sussulti. E al 25′ il Cerbaia passa.

Con uno schema su calcio di punizione. Da sinistra calcia Calonaci, sul palo opposto. Dove arriva Elia Bellucci, che sorprende la difesa ospite e di piatto batte Santini.

Il resto del primo tempo se ne va come era iniziato: grande pressing, squadre corte, zero occasioni da rete.

Occasioni che arrivano a inizio ripresa per la Sancascianese: che per due volte potrebbe metterla in pari.

Al 48’ Lumachi viene liberato davanti a Terenziani, che gli esce sui piedi e respinge. Il capitano della Sancascianese ribatte verso la porta ma salva un difensore sulla linea.

Stesso protagonista e stesso esito al 51’: batti e ribatti al limite dell’area, la palla arriva a Lumachi defilato sulla sinistra. Diagonale affilato, che sfila sotto le gambe di Terenziani ma la palla va sul fondo.

La reazione gialloverde si chiude con un destro da fuori di Sandroni (60′). Alto. 

Cerbaia ordinato, esperto e cinico. Che al 66′ fa 2-0. Ancora una volta con una trama nata da una punizione, e che finisce con una magia di Canocchi. Che con una sorta di doppio “sombrero” (lui ch è un terzino…) si libera a destra e si presenta davanti a Santini. Fulminandolo.

La Sancascianese sbanda: al 72’ Ghelli ruba palla a Sima, entra in area ma Santini esce e cancella il 3-0.

La Sancascianese potrebbe giocarsi il “bonus” di riaprirla al 73’: retropassaggio suicida di Ricciardi che spalanca a Marcelli le porte del 2-1. Ma l’8 ospite allunga troppo il pallone e Terenziani sventa.

Cerbaia vicino al 3-0 in due occasioni: al 77’ contropiede di Valenti che si invola a destra e poi serve Ghelli. Che al volo non riesce a colpire.

Al 79’ Ricciardi la gioca in verticale per Ghelli che si presenta davanti a Santini. Miracolo difensivo di Lapo Bellucci che anticipa il bomber cerbaiolo. 

Ultimo sussulto all’81’: stop di schiena di Marcelli sulla fascia destra e cross. Palla beffarda che supera Terenziani ma sbatte sulla traversa.

E’ l’epilogo di un derby che vede il Cerbaia vincere con autorità. Lasciare la Sancascianese dietro tre punti e lanciarsi all’inseguimento del Pianella in testa alla classifica.

Matteo Pucci

IL TABELLINO: 2-0

CERBAIA: Terenziani, Canocchi, Lotti, Ricciardi (87′ Lari), Acquisti, Faggioli, Ghelli (83′ Cappelli), Bellucci, De Cicco (65′ Valenti), Calonaci, Stefanelli (92′ Cantini). A disp.: Sabatini, Papi, Salvadori, Coli, Bandelli Allenatore: Mauro Falco Tramacere

SANCASCIANESE: Santini, Bellucci, Marchesini, Bandinelli (68′ Morelli), Bonarelli, Sima, Petracchi (75′ Chiaro), Marcelli, Sandroni, Lumachi, Magistri. A disp.: Capone, Damiani, Fossi, Giotti, Aiosa, Dupi, Manetti. Allenatore: Paolo Mannucci

ARBITRO: Leonardo Lombardi di Pontedera

RETI: 25′ Bellucci, 66′ Canocchi

@RIPRODUZIONE RISERVATA