SAN CASCIANO – Quella di lunedì 27 novembre sarà una serata a suo modo storica per gli amatori dell’Arci San Casciano: che hanno giocato (e vinto) la loro prima partita nel rinnovato stadio comunale in viale Garibaldi.

Un’occasione che i tifosi non si sono fatti scappare, celebrando il presidentissimo Ilario Lusi con uno striscione e una coreografia a dir poco spettacolari.

Un ritorno “a casa”, dopo mesi passati in giro per il territorio comunale, ospiti di Mercatale e Cerbaia (la società tiene molto ai presidenti Gori e Presciutti), che è coinciso con un secco 3-1 al Massarella.

Serata importante, vuoi per il debutto sul nuovo sintetico, vuoi per il caloroso pubblico che non sembra proprio adatto a questa categoria; sicuramente per il fatto che si affrontano due belle squadre che stazionano nei piani alti della classifica.

Si parte con l’ormai collaudato 4-3-3 dei padroni di casa, rispondono gli ospiti con un canonico 4-4-2.

Ospiti imbattuti fuori dalle mura amiche che cercano di non prenderle per lo più, e il forcing dei padroni di casa è già incalzante fin dai primi minuti di gioco.

All’8′ Coddi scende sulla destra e mette un bel pallone sul dischetto del rigore, dove Poggianti calcia di prima​ intenzione spedendo alto.

Passano pochi minuti e al 12′ gran palla in verticale di Zielmi, che mette davanti al portiere il capocannoniere Trambusti. Tiro di prima intenzione del centravanti che però finisce di poco a lato.

Al 20′ il vantaggio per l’Arci: Trambusti sguscia via sulla sinistra saltando due avversari, palla dietro per Poggianti che scarica sotto la traversa trafiggendo il portiere avversario, andando a festeggiare sotto il pubblico in estasi per l’1-0.

Gli ospiti provano a recuperare lo svantaggio con qualche bella sortita, ma i padroni di casa non si lasciano sorprendere facilmente, mantenendo il vantaggio fino al recupero.

Ma è proprio nei due minuti di recupero che l’Arci affonda il colpo decisivo: palla proveniente dalla destra, Poggianti se la sposta sul piede preferito e scarica con forza sul primo palo. L’incolpevole portiere non può far altro che raccogliere la sfera in fondo al sacco.

Si va al riposo sul due a zero. La ripresa riparte con gli stessi effettivi per i padroni di casa, mentre gli ospiti osano, schierandosi a specchio con gli avversari con il 4-3-3.

La musica non cambia più di tanto. Almeno fino al 63′, quando una punizione respinta da Piro, vede fiondarsi il numero 8 avversario, che spedisce alle spalle dell’estremo difensore locale.

Risultati e classifica

Adesso il Massarella ci crede, alzando il proprio baricentro, ma esponendosi al contropiede dei locali. Proprio in uno di questi, siamo al 71′, i ragazzi del duo Cresci-Corsi conquistano un calcio d’angolo.

Poggianti calcia verso il primo palo e una sfortunata deviazione di un difensore fa rotolare la palla alle spalle del proprio estremo difensore, condannando gli ospiti.

Vittoria importantissima, visto anche il risultato della capolista, che inciampa in casa contro il modesto Pallerino, portando l’Arci a meno uno dalla vetta.

Al fischio finale è grande festa con tutti i ragazzi sotto i propri tifosi. Per salutare anche uno dei giocatori, Roberto Cacace, in partenza verso la Francia per lavoro.

Pu.Ma.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione
La redazione di SportChianti dà spazio, ogni giorno, a tutti gli sport nei comuni chiantigiani: calcio, pallavolo, basket, pallamano, baseball, karate, danza, ginnastica, ciclismo...