Al centro della foto, in maglia verde, Edoardo "Dodo" Banchetti, attaccante dell'Atletico Calcio Impruneta

IMPRUNETA – Ultime battute di Barberino contro Atletico Calcio Impruneta, Prima categoria girone C, sul campo di Staggia Senese (si gioca lì perché lo stadio di Barberino è tuttora indisponibile per una frana che lo ha riguardato qualche anno fa).

Partita vibrante, siamo sull’1-1 dopo le reti di Casentini (Atletico Impruneta) e il pareggio di Sbaragli (Barberino).

La posta in palio è alta, perché il Barberino arriva da una pesante sconfitta contro la Settignanese (4-0) e un inizio di campionato con un punto in tre partite; l’Atletico Impruneta è imbattuto. Ma con una vittoria e due pareggi tre punti fanno molta gola; e farebbero fare un bel salto in classifica.

Mancheranno una decina di minuti dal fischio finale quando l’Atletico Impruneta, in un’azione offensiva, manovra al limite dell’area barberinese.

Edoardo “Dodo” Banchetti viene messo a terra. L’arbitro, Piro di Livorno, non ha dubbi: fischia e indica il dischetto senza tentennamenti. Calcio di rigore.

Ma qui succede quello che non capita mai: il buon “Dodo” dice all’arbitro che no, non è rigore, che il fallo è avvenuto fuori area. Piro ne prende atto e cambia la decisione in una punizione dal limite.

Un gesto di grande onestà e correttezza che, ovviamente, ha stupito tutti, in campo e sulle tribune: del resto non eravamo nemmeno in un match deciso, con punteggio definito. Calciare un rigore sull’1-1 a pochi minuti dalla fine per l’Atletico Impruneta sarebbe stato fondamentale.

Ma “Dodo” ha fatto la cosa giusta, per un gesto che è sacrosanto mettere in evidenza. Perché sulla correttezza dei protagonisti si basa il futuro del calcio e dello sport in generale. Bravo “Dodo”!

Matteo Pucci

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione
La redazione di SportChianti dà spazio, ogni giorno, a tutti gli sport nei comuni chiantigiani: calcio, pallavolo, basket, pallamano, baseball, karate, danza, ginnastica, ciclismo...