GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Sarà un Grassina con tante novità, buone ambizioni (con la prima squadra, in Eccellenza) e un titolo regionale da difendere (con gli Juniores Regionali, campioni in carica).

Appuntamento, sul campo, a partire da giovedì 10 agosto per la preparazione a una stagione che prenderà il via il 3 settembre con la prima sfida di Coppa Italia.

In questa estate il presidente Tommaso Zepponi si è trovato, suo malgrado, a dover cambiare molto l’assetto rossoverde: avrebbe confermato volentieri Nicola Del Grosso come direttore sportivo e Riccardo Rocchini in panchina.

Non è andata così: il primo non ha potuto rifiutare l’offerta della Sangiovannese, peraltro appena ripescata in Serie D; il secondo ha ricevuto la chiamata della vita, quella dell’amico Marco Baroni a cui fare da vice a Benevento, in Serie A.

Così il Grassina è ripartito da Roberto Castorina alla guida tecnica: tecnico giovane (classe ’76), bel curriculum da calciatore (anche una capatina veloce in Serie A col Genoa) e ottime esperienza in panchina (Pontassieve prima, poi un triennio a Signa).

“Lo avrei chiamato comunque, lo avevo già cercato un paio di anni fa – confessa Zepponi – Ho avuto la fortuna stavolta che, quando Rocchini mi ha comunicato la sua decisione, Roberto fosse libero. Abbiamo trovato subito l’accordo. Si tratta di un allenatore preparato, giovane, umile, capace di trattare i giocatori anche dal punto di vista umano: perfetto per noi”.

Come direttore sportivo invece si sta muovendo adesso Niccolò Nenci, reduce dall’esperienza dirigenziale all’Olimpia Palazzolo (“Da parte mia – dice Nenci – un grande ringraziamento al mio predecessore Del Grosso: Nicola mi ha dato un grande mano in questa fase”).

La squadra ha rinnovato soprattutto il parco dei giocatori “anziani”: sono arrivati elementi di buon tasso tecnico come i difensori Andrea Alderighi (ex Signa e fedelissimo di mister Castorina fin dai tempi di Pontassieve) e Federico Mannini (ex Valdarno, con un passato in gioventù alla primavera dell’Inter), il centrocampista Giulio Mazzanti (anche lui ex Valdarno), la punta David Baccini (reduce dall’avventura alla Bucinese, ma con larghi trascorsi alla Rignanese) e la giovane promessa Lorenzo Bellini, fantasista classe ’99 messosi in luce nell’ultima stagione con la Lastrigiana nonché campione d’Italia con la rappresentativa juniores toscana.

In preparazione ci sarà anche il difensore Niccolò Nencioli, un classe ’91 che vanta trascorsi tra i professionisti a Gavorrano e nel vivaio della Fiorentina.

Le uniche notizie negative, al momento, riguardano i giovani Torrini e Stella che, per infortunio, salteranno la preparazione e saranno disponibili solo a stagione in corso.

Le ambizioni? “Con Rocchini avevamo disegnato un progetto triennale per provare a centrare la Serie D – spiega Zepponi – Nel primo anno abbiamo bruciato forse le tappe. Comunque sia, partiamo con il desiderio di salvarci con la massima tranquillità poi staremo a vedere. Di sicuro sarebbe un sogno migliorare la posizione dell’ultima stagione”.

Il che vorrebbe dire arrivare nelle prime tre piazze in un campionato libero da corazzate come Sangiovannese e Montevarchi, ma che vedrà alla partenza con ogni probabilità (in attesa dell’ufficialità dei gironi, prevista per martedì 8 agosto) realtà storiche come Poggibonsi e Montemurlo (e forse Aglianese) e squadre molto ambiziose come Valdarno, Sestese e Porta Romana.

Confermato tutto lo staff tecnico: rimangono Daniele Pierguidi come coordinatore dell’area tecnica, Matteo Innocenti come vice-allenatore, Filippo Bellotti come massaggiatore, Alessandro Brazzini come preparatore dei portieri e Manuele Margheri come preparatore atletico, cui si aggiunge anche Alberto Zizza: insieme Margheri e Zizza porteranno avanti la sinergia con il loro centro fisioterapico di Firenze.

“Sono davvero molto felice che siano rimasti tutti al loro posto – commenta il presidente – Sono molto contento di come hanno lavorato. E a loro devo aggiungere perlomeno due nomi storici ovviamente: quelli del direttore generale Massimo Colucci e del nostro mitico magazziniere Morando”.

Molto ringiovanita anche la formazione Juniores, per partirà con il titolo regionale da difendere: in panchina, al posto di Fabio Sarappa (passato al Fiesole) ci sarà un vecchio cuore rossoverde, Gianni Morrocchi, la rosa conta su ottimi prospetti, quasi tutti classe 2000: tanto per fare qualche nome, ecco Vicini, Ciofi, Fabbrini, Metafonti e Subli dalla Cattolica Virtus, Cavalieri, Piccini e Cecchi dall’Olimpia Firenze, Sarti dalla Floria 2000, Cardini e Renzi dal Bagno a Ripoli.

In calendario previste alcune amichevoli per la prima squadra: esordio il 24 agosto con l’Arno Laterina (probabilmente a Ponte a Niccheri), mentre il 26 e 27 agosto sarà il momento del “Memorial Borchi” al “Bozzi-Due Strade”, con Porta Romana, Sestese e Audace Galluzzo, che riguarderà anche la categoria Juniores.

Gabriele Fredianelli

Redazione
La redazione di SportChianti dà spazio, ogni giorno, a tutti gli sport nei comuni chiantigiani: calcio, pallavolo, basket, pallamano, baseball, karate, danza, ginnastica, ciclismo...