SAN CASCIANO – E’ stato un ritorno a casa molto dolce quello delle istruttrici e delle atlete di ginnastica ritmica dell’ASD Il Gabbiano: le sancascianesi infatti hanno fornito prove ottime alle Finali Nazionali FGI – Rimini Ginnastica in Festa Summer Edition.

Partiamo dall’ultima giornata, con le quattro Junior e Senior 1 della categoria LC: Aleksandra conduce un’ottima gara sia a clavette che a palla, ottenendo dei buoni punteggi in entrambi gli attrezzi vicinissima alla finale a 10. Conclude infatti 16esima alla palla e 13esima alle clavette e tra le migliori 20 ginnaste italiane su oltre 200 partecipanti nelle classifica generale.

Purtroppo la gara di Asia nelle Senior 1, Allegra nelle Junior 3, Anastasija nelle Junior 2, è macchiata da qualche errore tecnico che non permette alle ginnaste chiantigiane di mostrare tutte le proprie qualità in gare con moltissime ginnaste dove ogni piccola sbavatura conta.

“Siamo orgogliosi – dicono dall’ASD Il Gabbiano – di aver visto le nostre ginnaste scendere in pedana, sia quando hanno saputo far bene sia quando ci sono stati degli errori. Perché poi le abbiamo viste più consapevoli, agguerrite e convinte delle proprie doti!”.
 

Proseguiamo: Alessia nella categoria LD J1, complice un po’ di tensione, non riesce ad esprimersi al meglio nei suoi due attrezzi.

Le due esecuzioni di clavette e palla non le permettono di raggiungere le due finali a 10, che erano senza dubbio alla sua portata e in cui avrebbe ben figurato!

Allegra dopo aver affrontato la gara di insieme e… l’esame di maturità scende in pedana nell’individuale LC, e fa un ottimo nastro che le permette di accedere alla finalissima a 10, dove chiude sesta.

“Un percorso bellissimo per la nostra ginnasta – dicono dal Gabbiano – fatto di passione che riempe d’orgoglio e che speriamo sia davvero di esempio per tante altre ragazze!”.

Giulia – proseguono – ci regala la seconda finalissima della giornata! Al cerchio su 199 partecipanti, la nostra ginnasta entra nelle prime 10 è la sesta migliore ginnasta italiana nella categoria LB1 J1! Giulia ha davvero fatto delle ottime prove in questi giorni di gara sia alla serie d che nei suoi individuali dimostrando una crescita sia tecnica che personale”.

Marta gareggia nella categoria Senior 1 LB2 e fa un’ottima palla che la vede 12esima, ad un passo dalla finalissima a 10, meno di 0,10! Il nastro con una sporcatura, ma comunque un buon 17esimo posto nella classifica generale. Una gara affrontata in ripresa dopo un lungo infortunio che sarà il punto di partenza per il futuro.

Domitilla nelle categoria Junior 1 LB2 sfiora la finalissima a 10 con la palla, eseguendo davvero un buon esercizio; un piccolo errore al nastro, ma comunque una bella gara per la ginnasta chiantigiana che conclude 17esima all’esordio in questa nuova categoria.

E ancora: “Giulia, Anastasija e Domitilla – prosegue la società chiantigiana di ginnastica ritmica –  la nostra squadra di Serie D LB Junior in un’impegativa qualifica con 112 squadre riesce a guadagnarsi, con due ottime esecuzioni del collettivo a corpo libero e della coppia due cerchi, la finalissima con le migliori dieci squadre italiane!”.

Molto buone anche le esecuzioni della finale, che portano le ginnaste del Gabbiano ad un fantastico quinto posto in una gara di livello dove tutte hanno dato il massimo.

Rachele – sottolineano -ci porta il secondo titolo italiano del concorso generale, salendo sul gradino più altro del podio nella categoria LD J1! Accede anche a entrambe le finali di specialità ed è campioessa italiana alla palla e vice campionessa Italiana al nastro!”.

Una bella gara e la conferma dell’ottimo livello raggiunto per guardare con fiducia ai prossimi appuntamenti.

Sara con due belle esecuzioni a cerchio e palla è tra le poche ginnaste a conquistare la finalissima in due attrezzi. Conclude 13esima al cerchio, ottava a palla ed è nelle prime 10 ginnaste anche nella classifica generale, a conferma del valore.

Greta incappa in una gara un po’ sfortunata, con qualche errore di troppo alla palla e un buon cerchio non premiato, purtroppo, dalla giuria che la vede fuori dalla finale per 0,20! Conclude 37esima in classifica in generale in una gara con 167 ginnaste e la consapevolezza che avrebbe ben figurato anche in finale.

Sofia torna gareggiare su due attrezzi dopo un infortunio, vissuto con una determinazione di ferro, che l’ha portata ad essere pronta per questa competizione nazionale. Un errore alla palla, ma delle ottime clavette che la vedono 13esima, ad un passo dalla finalissima in cui poteva dire la sua! Carattere e grinta non mancano.

La domenica (27 giugno) sono scese in pedana le allieve nelle categoria LB: Ginevra, classe 2010, sfiora il podio generale classificandosi quarta (su 234 ginnaste in gara) e accede alla finalissima delle migliori 10 ginnaste al cerchio. Nell’esecuzione della finale fa benissimo ed è campionessa di specialità. Fantastica!

Irene, anche lei classe 2010, è decima nella classifica generale con due ottime esecuzioni che le valgono la finalissima al cerchio con le migliori 10 ginnaste! Conclude con un bellissimo quinto, ma quarto punteggio ad un soffio dal podio, 0,025 decimi.

Caterina ottiene un bellissimo 30esimo posto in classifica generale in una gara con 199 ginnaste, tutte classe 2009. Molto vicina la finale tra le migliori 10 al corpo libero, mancata per solo 0,10, e qualche imprecisione nell’esercizio col cerchio! Ma un’ottima prima esperienza su due attrezzi in una federale nazionale!

Il lunedì invece sono scese in pedana le ginnaste della squadra LC Open con 4 palle! Allegra, Asia, Aleksandra e Allegra fanno molto bene nella gara di qualificazione, e l’esecuzione le fa entrare nella finalissima a 20 squadre con un ottimo punteggio e la consapevolezza di una gara il giorno dopo apertissima!

Un po’ troppa tensione, forse, nell’esecuzione della finale che fa commettere alla squadra del Gabbiano qualche errore di troppo: concludono 11esime: che in una gara con oltre 100 squadre è un risultato bellissimo, con un leggero amaro in bocca come è giusto nello sport”.

Concludiamo… con il primo giorno di gare. Ed era stata subito una super partenza per Il Gabbiano in queste finali nazionali, con subito in pedana le ginnaste allieve nelle categorie LD e LE individuali e Serie D LC.

Margherita è la campionessa italiana all round nella categoria LE A4. Tre ottimi esercizi per la ginnasta “made in Chianti”, che in una categoria di alto livello tecnico dimostra tutta la maturità acquisita. Che le vale una fantastica medaglia d’oro e due finali a palla e clavette! E proprio in queste ultime conquista un bronzo nazionale di specialità, mentre alla palla conclude quinta!

Giada è due volte campionessa italiana al cerchio e alla fune nella categoria LD A2: “Una bellissima finale per la nostra giovane ginnasta classe 2011 – dicono dal Gabbiano – con due esercizi davvero ben eseguiti! Accanto ad un quarto posto nella classifica generale che dimostrano una grande crescita”.

Rebeka è terza al cerchio nella Categoria LD A2 col secondo punteggio della gara, e regala un podio italiano per due terzi giallo/blu! Buonissimo anche l’11 esimo posto nella classifica generale in una gara con 85 ginnaste!

Benedetta non riesce, purtroppo, a dimostrare tutte le sue qualità commettendo al nastro qualche errore dovuto alla troppa emozione; errori che le fanno mancare di un soffio l’accesso alla finale al nastro e per pochissimo, 12esima, al cerchio! Peccato perché la preparazione era quella giusta e le finali alla sua portata.

La Serie D composta da Rebeka, Ginevra, Irene, Giada e Benedetta fa bene durante la gara di qualificazione e conquista la finale nelle prime 10, con già un ottimo settimo posto su 59 squadre partecipanti! Ma alla finale fanno ancora meglio e concludono seste in Italia! Una bella gara di squadra per queste piccole allieve, alla prima esperienza nazionale di questo calibro.

“Siamo molto orgogliosi – concludono dall’ASD Il Gabbiano – di quanto portato in pedana dalle nostre ginnaste, che hanno mostrato tenacia e grinta e voglia di far bene! E lo hanno saputo fare davvero! Emozionanti i risultati che come sempre segnano un nuovo bellissimo punto di partenza. La ritmica insegna a mettersi alla prova e richiede una volontà non comune, e tutte le nostre ginnaste hanno dimostrato più di tutto che sanno non arrendersi e rimettersi in gioco sempre”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA