SAMBUCA (BARBERINO TAVARNELLE) – Partita molto delicata quella che si giocava oggi allo stadio “Palagi” della Sambuca.

I padroni di casa ospitavano la capolista, con l’obiettivo di dare il 100% per cercare di fermarla e consolidare la loro corsa per i play off.

Cerbaia che invece doveva dimostrare la sua forza contro una squadra che anche all’andata l’aveva messo in difficoltà. E dopo il pareggio interno di domenica scorsa con il Castellina in Chianti.

# SECONDA CATEGORIA, GIRONE I: I RISULTATI, LA CLASSIFICA, IL CALENDARIO

Mister Giorli deve fare a meno di Parrini ancora non al meglio. Situazione altrettanto difficile per mister Tramacere, che arriva a questa sfida con molte defezioni.

Si parte subito a cento all’ora. Soprattutto il Cerbaia, che al 2′ minuto si vede annullare un gol.

Cross dalla destra di Bellucci per Malpici che cerca di concludere, ma la conclusione si trasforma in assist per Ghelli che insacca. Secondo l’arbitro in posizione di fuorigioco.

Ospiti che non ci stanno e continuano a spingere e al 10′ costruiscono un’altra ottima occasione da calcio d’angolo, ma Campolmi cicca la palla e calcia totalmente dal lato opposto.

È una sveglia per i padroni di casa, che escono dal torpore iniziale e cominciano a produrre gioco.

E al 12′ rispondono alle occasioni degli ospiti con Carosi che, combattendo su un “campanile” sulla trequarti, aggira il difensore si allunga sulla fascia e crossa nel mezzo verso l’accorrente Maravigli, che però viene anticipato all’ultimo istante.

Rinvigorita dall’occasione avuta, al 18′ la Sambuca passa in vantaggio: Maravigli batte una punizione dalla trequarti, una palla tesa in mezzo all’area sulla quale si avventa Licari. Che non fallisce e spedisce la palla alle spalle di Sabatini.

Pochi minuti dopo, al 24′, ancora Sambuca. Sempre con Carosi a combattere a centrocampo, tiene palla e si appoggia sull’accorrente Maravigli, che trova smarcato Licari in mezzo.

La punta della Sambuca vede l’inserimento di Carosi e lo serve alla perfezione, il dieci calcia sicuro sul secondo palo, ma Sabatini in uscita si supera ed evita il doppio vantaggio sambuchino.

Dopo la doccia fredda per il vantaggio dei giocatori di casa, il Cerbaia comincia decisamente a spingere. E nel giro di quattro minuti crea due occasioni limpide.

Al 32′ Canocchi mette una gran palla dalla destra in mezzo all’area, i difensori lasciano molta libertà a Stefanelli che riesce a ricevere il pallone davanti al portiere, ma la sua conclusione finisce alta sulla traversa.

Al 36′ bellissima palla a scavalcare la difesa di Bellucci per l’inserimento di Ghelli, la sfera sembra lievemente lunga, ma l’attaccante azzurro arriva comunque a colpire il pallone in “estirada”. Ma, per sua sfortuna, la palla finisce sul palo.

Pressione in grande stile della capolista, che mette in campo il massimo sforzo per cercare il pareggio.

La Sambuca però ribatte colpo su colpo: al 44′ grandissima azione solitaria di Carosi che prova a fare tutto da solo, in un uno contro uno con Campolmi. Il giocatore della Sambuca rientra sul sinistro e calcia da ottima posizione, ma la sua conclusione finisce larga.

Al rientro negli spogliatoi, si accendono gli animi. Ne fanno le spese Malpici del Cerbaia e Lombardini della Sambuca, che si prendono un rosso ognuno e… rimangono sotto le docce senza rientrare in campo.

Al rientro dagli spogliatoi, la situazione sembra essersi calmata ed il Cerbaia riparte con il piglio giusto per raggiungere il pareggio.

Al 47′ riesce a costruirsi l’opportunità con un calcio di rigore: Ghelli protegge il pallone ed entra in area, Chiostrini cerca di intervenire sulla sfera ma non ci arriva. E lo stende.

Dal dischetto si presenta Bellucci che si fa però ipnotizzare da Cianti. Che blocca con sicurezza. Il pareggio sembra comunque nell’aria… .

Sulla ripartenza della Sambuca infatti, il Cerbaia recupera nuovamente palla con Bellucci che lancia in profondità Stefanelli. Che davanti al portiere non sbaglia. E al 50′ segna l’1-1.

Dopo il pari entrambe le squadre cercano di rifiatare in vista del forcing finale. Che inizia al 72′ quando Maravigli si inventa una giocata pazzesca, saltando tre giocatori dentro l’area, ma sul punto di concludere viene anticipato miracolosamente da Campolmi che spazza via.

Sambuca che adesso crede nell’impresa, e mister Giorli lo fa capire ai suoi ragazzi togliendo un centrocampista per una punta veloce come Giacomo Monticciolo.

E per pochissimo non è la mossa spacca partita: è il 74′ quando viene annullato un gol proprio al neo entrato Monticciolo per fuorigioco.

Ricci con uno scavetto serve il velocissimo attaccante che scatta sulla linea del fuorigioco e insacca. Ma secondo l’arbitro, la linea (del fuorigioco) era stata superata prima del passaggio del compagno.

Ma la capolista è sempre la capolista e non si fa schiacciare, anzi. Si rende pericolosissima al
76′ con una grandissima occasione: dopo una serie di rimpalli fortuiti, la palla arriva sul piede di Valenti che però, forse sbilanciato, cicca il pallone solo davanti a Cianti.

Squadre stanche ma finale thrilling: minuto 92, su lancio lungo di Chiostrini, Fusi spizza per Monticciolo che parte sul filo del fuorigioco ed insacca alla sinistra del portiere, ma secondo l’arbitro è partito nuovamente troppo avanti. Gol (il secondo) annullato al neo entrato.

Il fischio finale chiude una bellissima partita. Egregiamente giocata da entrambe le squadre.

La Sambuca finisce forse con qualche rammarico per il gol annullato all’ultimo secondo, ma può uscire a testa altissima contro la capolista.

Cerbaia che è sempre squadra tosta, concreta. E con qualche errore in meno sotto porta forse avrebbe potuto addirittura portare a casa il risultato pieno.

Per entrambe le squadre comunque quelli messi in carniere sono punti utili: per la vittoria del campionato (Cerbaia) e i playoff (Sambuca).

Alessio Mulas

IL TABELLINO: 1-1

SAMBUCA CASINI: Cianti, Coddi, Vignolini (73′ Hamzoi Ilir), Ricci A., Chiostrini, Lombardini, Martini, Monticciolo P. (57′ Monticciolo G.), Licari (45′ Manetti), Carosi (82′ Fusi), Maravigli. A disp.: Garofalo, Hamzoi Ilber, Parrini, Ricci T., Sani. Allenatore: Aldo Giorli

CERBAIA: Sabatini, Canocchi, Papi, Lari (72′ Valenti), Faggioli, Campolmi, Ghelli (85′ Acquisti), Bellucci, Malpici, Calonaci, Stefanelli. A disp.: Terenziani, Bandelli, Lotti, Cappelli, Cantini, Salvadori, Ricciardi. Allenatore: Mauro Tramacere Falco

ARBITRO: Roberto Menta di Piombino

RETI: 18′ Licari, 50′ Stefanelli

@RIPRODUZIONE RISERVATA