“Situazioni critiche negli impianti sportivi di Impruneta: chiesti chiarimenti alla giunta comunale”

455

IMPRUNETA – La politica imprunetina si occupa della situazione degli impianti sportivi comunali.

Lo fa il gruppo di opposizione in consiglio comunale, Cittadini per Impruneta, che ha chiesto chiarimenti (tramite una domanda d’attualità) alla giunta guidata dal sindaco Alessio Calamandrei.

“Come è noto – spiega in una nota Cittadini Per – il bando per l’affidamento in gestione di cinque impianti sportivi di proprietà comunale (Palazzetto, Palestra scuola Paolieri, Palestra scuola Ghirlandaio, Pista pattinaggio e locale seminterrato via Rosselli) con scadenza allo scorso 30 settembre, è andato deserto. Ad oggi esiste una proroga tecnica, all’attuale concessionario, fino al prossimo 31 dicembre”.

“Come intende procedere la giunta comunale? – domandano – Ripubblicare il bando alle medesime condizioni, oppure con alcune variazioni (ammesso che ciò sia possibile, alla luce delle norme vigenti e della situazione finanziaria in cui versa l’ente)?”.

“Qualora tale nuovo bando dovesse andare nuovamente deserto, quali sono le prospettive? – domandano ancora – Un’ulteriore proroga tecnica? Si potrà garantire la continuità dei corsi sino al termine della stagione?”.

“Situazione analoga – rilanciano – è quella relativa alla piscina Zodiac di Tavarnuzze. Il concessionario, unilateralmente, ha comunicato il recesso dalla convenzione vigente (la cui scadenza naturale era ad agosto 2020) adducendo la motivazione di una grave crisi economica in cui si trova la società (Asd Acquatica), che costringerebbe la stessa a cessare ogni attività al prossimo  31 ottobre”.

“In tal caso – concludono – cosa intende fare la giunta comunale per garantire l’esercizio dell’impianto fino al termine della stagione, tutelando gli utenti e le famiglie che hanno già pagato le quote di iscrizione per l’intero anno o per un periodo eccedente il 31 ottobre? Un affidamento “ponte” ad altra società (in attesa del bando vero e proprio), consentirebbe di garantire la continuità del servizio? Su quali basi la giunta comunale può dare rassicurazioni in merito?”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA