TAVARNELLE (BARBERINO TAVARNELLE) – E’ stata salutata con una festa “a cinque cerchi”, partecipata da decine di associazioni sportive e numerosi cittadini l’inaugurazione della nuova palestra di via Fontazzi che porta il nome del campione olimpionico Paolo Galletti, dedicata alla memoria e ai meriti sportivi che hanno diffuso passione e successi del grande nuotatore tavarnellino in tutto il mondo.

L’opera pubblica, una delle più rilevanti realizzate degli ultimi anni nel settore sportivo, ha richiesto all’amministrazione comunale un investimento complessivo pari a circa un milione di euro.

Il nuovo impianto sportivo, sorto nell’area dell’ex infanzia di Tavarnelle, è stato presentato alla comunità dal sindaco di Barberino Tavarnelle David Baroncelli e dall’assessore ai lavori pubblici Roberto Fontani e dai referenti dell’area tecnica del Comune, coordinata dal geometra Renato Beninati.

Presenti, fra gli altri, la moglie di Paolo Galletti e il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani.

“Funzioni polivalenti e prestazioni di alto livello legate alla sostenibilità – dichiara il sindaco David Baroncelli – fanno di questa struttura uno spazio innovativo che conferisce qualità e ambienti adeguati allo sport del nostro territorio. Nata  con l’obiettivo di rispondere in particolare alle esigenze di tutte le discipline indoor, la nuova palestra non è solo una struttura bella e sicura, ma rispettosa dell’ambiente, è un impianto altamente sostenibile per l’utilizzo delle fonti rinnovabili, autonoma sotto il profilo energetico grazie all’installazione dei pannelli fotovoltaici”.

La nuova palestra è stata illustrata nella complessità dell’intervento.

“Abbiamo dedicato grande attenzione al completamento delle aree esterne alla struttura – ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Roberto Fontani –le modalità di accesso e la fruibilità della palestra rappresentano un elemento di primo piano nella realizzazione dell’opera, i lavori di completamento hanno previsto la creazione di un parcheggio e la viabilità di accesso, un percorso pedonale per l’abbattimento delle barriere architettoniche e un camminamento che permetterà il collegamento con l’Istituto Comprensivo”.

“I lavori – spiega una nota del Comune – sono stati seguiti anche da un’apposita commissione, composta da referenti tecnici e politici dell’amministrazione e rappresentanti delle associazioni tra cui l’Unione Polisportiva Tavarnelle, la Pallavolo Tavarnelle e la Pallamano Tavarnelle per dare spazio a occasioni di confronto, effettuare sopralluoghi e verificare lo stato di avanzamento lavori e le diverse proposte”.

“Altri interventi di rilievo nel comune di Barberino Tavarnelle – si rimarca – sono stati realizzati nell’impianto della palestra Biagi dove la nuova pavimentazione ha permesso un restyling dell’impianto, il miglioramento della fruibilità atletica e la riduzione dei consumi energetici. E’ stata valutata anche l’installazione di pannelli fotovoltaici sulla copertura”.

“Anche il campo sportivo di Tavarnelle – si ricorda – è stato interessato da alcune opere di riqualificazione come i nuovi servizi igienici, il ripristino delle recinzioni, il rifacimento del manto sintetico. E a proposito di Barberino, sono stati realizzati i lavori di ripristino della frana che ha permesso l’apertura e la funzionalità dell’impianto sportivo, oltre a vari interventi effettuati nel campo sportivo Vico d’Elsa tra cui più recentemente l’installazione di una tribuna laterale”.

Nel territorio di Barberino Tavarnelle lo sport ha un peso specifico. Lo attestano i numeri che fanno rilevare un interesse crescente per il mondo sportivo.

“A parlare chiaro – aggiunge il sindaco – sono gli oltre 1200 sportivi tesserati, circa 250 tra allenatori e addetti vari, 753 sono giovani sotto i 22 anni ovvero pari al 61.8%, 296 sono femmine che insistono con una percentuale pari al  39.3%, un dato interessante sul quale riflettere per lo sport di genere”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA