la festa dopo il 3-2 di Asoli

FIRENZE – A una settimana dall’anniversario della vittoria della Coppa Toscana, lo stadio Bozzi porta di nuovo bene al Chianti Nord che conquista sul sintetico fiorentino tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza diretta, adesso non più un miraggio.

Anche se per mettere in cassaforte quei punti agli uomini di Strada in Chianti serve un lunghissimo recupero da infarto, in cui i biancoverdi vengono prima raggiunti sul 2-2 e poi segnano la rete della vittoria.

# PRIMA CATEGORIA, GIRONE C: RISULTATI, CLASSIFICA E CALENDARIO

Privo di Pedretti e Cordini, Michelacci affianca Pelli accanto a Porreca davanti a Magnelli, con Danieli e Lazzerini coppia rodata di terzini; in mezzo al campo Asoli e Fortunati sono la coppia centrale, mentre Tozzi e Trentanovi si muovono sulle fasce; davanti c’è spazio per Bin Zang e Gamberucci.

Il Ponte Rondinella risponde con il 4-3-3. Raveggi in porta, Pecci e Santini sugli esterni; Marchi e Dodero coppia centrale; l’ex Antella Bargelli a far gioco, con Fusi e Marzi ai lati; in avanti Marcelli è il riferimento centrale affiancato da Celentano e Pagliantini.

È partita vera fin da subito, anche se le occasioni scarseggiano e ci si batte soprattutto in mezzo al campo.

Ma al 20′, alla prima vera occasione, il Chianti Nord passa in vantaggio: sulla rimessa laterale dalla destra di Danieli, Bin Zang di testa anticipa tutti e infila in porta l’1-0 ospite.

Ma l’entusiasmo biancoverde dura pochissimo. Al 27′ infatti l’arbitro vede un braccio largo di Porreca sul cross di Celentano dalla sinistra e indica il dischetto per un rigore trasformato con freddezza da Marcelli.

La partita, non spettacolare, è comunque vibrante e percorsa da un nervosismo che crescerà col passare dei minuti.

Al 29′ l’arbitro lascia proseguire su un intervento di Santini su Bin Zang in area biancorossa e sul prosieguo dell’azione Dodero rischia il “rosso” per una reazione sullo stesso attaccante ospite.

Al 37′ il Chianti Nord, che preme con maggiore insistenza, trova il nuovo vantaggio: Asoli rimette dentro dalla destra, Tozzi va alla conclusione, la “ciabatta” un po’ ma la infila lo stesso sotto l’incrocio fuori dalla portata di Raveggi.

Il finale di tempo è ancora pieno di scintille. Al 39′ l’arbitro fa proseguire su un possibile tocco di mano di Asoli in area chiantigiana, mentre al 40′ è Bin Zang, già ammonito, a rischiare il rosso per un intervento in ritardo su Pecci.

E al 42′ Celentano in mischia trova l’impatto con la palla ma non lo specchio.

Nella ripresa le squadre si allungano, ma il Chianti Nord gestisce comunque bene il prezioso vantaggio.

La Rondine ci prova al 48′ con un sinistro fuori di poco di Marzi, poi Francini cambia qualcosa: dentro Marini e Fialdini, mentre poi entrerà anche Innocenti per giocarsi un tridente ancora più pesante, a conferma che i tre punti valgono tanto anche per i locali, anche se ormai fuori da ogni reale obiettivo di classifica.

Al 70′ Gamberucci manda a lato dopo aver vinto un contrasto con Dodero, mentre al 78′ nell’area chiantigiana Celentano innesca una gran mischia che però i biancoverdi riescono a sventare.

La Rondine preme, mentre il Chianti Nord abbasssa il baricentro e si copre con l’ingresso di Consoli per Gamberucci.

All’86’ Celentano da sinistra mette dentro un pallone d’oro per il neoentrato Muto che calcia alto dal limite.

E all’88’ il rasoterra di Fusi è centrale. Per i biancoverdi sembra fatta quando l’arbitro segnala 6′ di recupero. Ma non è così.

Perché al 92′ un pallone passa da destro attraverso vari piedi biancorossi prima che Muto ci metta dentro la zampata decisiva per il 2-2 che gela i chiantigiani.

Ma non è finita ancora. Sull’azione seguente infatti Bin Zang inventa l’assist giusto per l’inserimento di Asoli che scaraventa alle spalle di Raveggi un pallone che peserà molto nel conteggio per la salvezza.

In campo intanto i nervi sono a fior di pelle e ne fanno le spese con due rossi prima Fortunati (che spintona un avversario) e poi Trentanovi (che entra in ritardo su Celentano).

Ma al fischio finale i biancoverdi fanno di nuovo festa al “Bozzi”. Fiesole e Incisa sono le prossime due tappe per rendere tangibile una salvezza che sarebbe storica come quella Coppa di un anno fa.

Gabriele Fredianelli

IL TABELLINO: 2-3

PONTE RONDINELLA: Raveggi, Pecci (57′ Marini), Santini (69′ Innocenti), Marchi (77′ Grassi), Dodero, Bargelli, Marzi (57′ Fialdini), Fusi, Celentano, Marcelli, Pagliantini (77′ Muto). A disp.: Iania, Brinzaglia, Pezzi. All.: Alessandro Francini.

CHIANTI NORD: Magnelli, Danieli, Lazzerini, Pelli, Asoli, Porreca, Trentanovi, Bin Zang, Gamberucci (77′ Consoli), Fortunati, Tozzi. A disp.: Daddi, Bussotti, Butali, Vuksani, Saccardi, Montani, Ferruzzi. All.: Claudio Michelacci.

ARBITRO: Lachi di Siena.

RETI: 20′ Bin Zang, 27′ rig. Marcelli, 37′ Tozzi, 92′ Muto, 93′ Asoli.

@RIPRODUZIONE RISERVATA