GREVE IN CHIANTI – Grande successo per la manifestazione che in forma sperimentale, tra le colline del Chianti, lungo strade bianche, boschi e crinali con panorami mozzafiato, ha invitato a sfidare decine di biker provenienti da tutta Italia.

Sfiora il centinaio il numero dei ciclisti che ha preso parte alla prima edizione di “Chianti Down Country”, iniziativa ideata dalla collaborazione di quattro amici, innamorati del loro territorio. 

Tommaso Lapini, Rico Bruni, Niccolò Monnecchi e Marco Burberi hanno proposto un’avventura sulla due ruote attraverso un percorso che ha intrecciato sport, bellezza paesaggistica e valorizzazione del territorio.

La manifestazione che si è svolta come un’attività sportiva a tre livelli di difficoltà ha proposto un percorso di 100 km complessivi, in gran parte su strade bianche, tra pievi, castelli e luoghi di straordinaria bellezza e pregio storico-architettonico dei comuni di Greve in Chianti, Barberino Tavarnelle, Radda in Chianti.

Hanno contribuito alla realizzazione dell’evento vari soggetti pubblici e privati tra cui il Comune di Greve in Chianti che ha patrocinato l’iniziativa, il Centro Sportivo Italiano, la Cooperativa sociale Onlus La Stadera, il main sponsor Lapini termoidraulica e tanti altri operatori economici locali.

“Siamo molto contenti dell’esito dell’iniziativa – hanno commentato gli organizzatori – che per la prima volta ha introdotto nel nostro territorio un evento sportivo incentrato sulle peculiarità della mountain bike alla scoperta del nostro straordinario territorio”.

“I partecipanti – specificano – hanno apprezzato le caratteristiche tecniche e ambientali del percorso, un itinerario ad anello accessibile a tutti che ha coinvolto i partecipanti in tre diversi gradi di difficoltà”.

“Ci riproveremo senza dubbio il prossimo anno – promettono – e stiamo già pensando al periodo più favorevole, ipotizziamo di collocare l’evento nel corso dei mesi primaverili in modo da evitare le temperature elevate di fine giugno”.  

Per il consigliere comunale delegato allo sport del Comune di Greve in Chianti, Paolo Tepsich, “la manifestazione ha offerto un’importante occasione di rilancio turistico ed economico in un territorio che si presta ad accogliere eventi sportivi e ha una marcata vocazione alla mobilità sostenibile”.

Soddisfatto anche il sindaco grevigiano Paolo Sottani: “Il nostro è un territorio dalle importanti potenzialità sportive, la qualità dell’accoglienza, la passione per la bicicletta, il patrimonio naturalistico sono le carte vincenti dell’iniziativa, la passione e l’entusiasmo dei giovani organizzatori, motore pulsante dell’evento, non fanno altro che incrementare le opportunità del territorio e dare forza agli obiettivi sociali, oltre che sportivi connessi alla Chianti Down Country”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA