GREVE IN CHIANTI – Sale, scende, corre, ammira. Dante in sella alla bicicletta “divina” tra le colline del Chianti sfida i
biker più temerari con il suo universale monito “lasciate ogni speranza voi che…pedalate….”.

Borghi, pievi, castelli, strade bianche dei Comuni di Greve in Chianti, Barberino Tavarnelle, Radda in Chianti, incastonati tra gli skyline più rinomati al mondo tra Firenze e Siena, si aprono al passaggio… infernale del “Chianti down country”, prima edizione di un’avventura sulla due ruote che invita a vivere una giornata speciale, fatta di sport, bellezza e sperimentazione delle proprie capacità. 

Si terrà domenica 26 giugno alle ore 8 con partenza e arrivo in piazza Matteotti la prima volta di una manifestazione su mountain bike che coinvolgerà i partecipanti in uno straordinario evento di conoscenza e scoperta delle campagne e dei oschi più incantevoli del Chianti.

L’iniziativa, ideata da due appassionati di bici e territorio, Tommaso LapiniRico Bruni, insieme a Niccolò Monnecchi e Marco Burberi non è una competizione ma un’attività sportiva a tre livelli di difficoltà.

Il percorso aperto a tutti propone un giro di 100 km complessivi, in gran parte su strade bianche, costituito dal 70% trails, 25% gravel e 5% road, con un dislivello di 3000 metri. 

L’evento è realizzato grazie ad una ricca rete di partners istituzionali, associativi e privati come il Comune di Greve in Chianti, il Centro
Sportivo Italiano, la Cooperativa sociale Onlus La Stadera, il main sponsor Lapini termoidraulica e tanti altri soggetti e operatori economici locali.

Sono aperte le iscrizioni per partecipare al “Chianti down Country” che propone un percorso ad anello, tecnico e divertente, caratterizzato da tre diversi gradi di difficoltà, l’Inferno 100 km, il Purgatorio 87km e il Paradiso 64km, e altrettante suddivisioni nei dislivelli più o meno impegnativi. 

“Dopo innumerevoli partecipazioni ai circuiti e alle maratone di rilievo regionale e nazionale – dichiarano gli organizzatori – abbiamo alimentato il desiderio di partecipare ad eventi non competitivi per mettere in campo la vera passione per la bici, senza doverci preoccupare di ottenere una particolare prestazione o portare a casa un risultato da podio”. 

“Dopo aver tracciato i vari percorsi con grande attenzione e gli strumenti necessari – continuano – siamo arrivati all’elaborazione di questo evento che si avvale del supporto organizzativo della Stadera cooperativa sociale Onlus”. 

“Il nostro obiettivo – precisano – è condividere la bellezza senza tempo di un territorio pieno di potenzialità sportive e far vivere l’emozione di esplorare l’essenza del Chianti in sella alla mountain bike in un percorso di grande pregio naturalistico e storico-culturale”.

“Il Chianti Down Country, alla sua prima esperienza – dice il sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani – propone un ulteriore fattore di attrattività, il punto di forza è il binomio sport-territorio, il fascino della mountain bike coniugato alla
bellezza delle strade bianche, costellate di emergenze storico-architettoniche come i borghi di Panzano, Volpaia, Badia a Passignano, il paesaggio ad alta quota di San Michele, siamo certi che l’iniziativa sarà molto apprezzata da appassionati e amatori”. 

Info e iscrizioni: chiantidowncountry.com.

@RIPRODUZIONE RISERVATA