I due presidenti con il sindaco di San Casciano, Roberto Ciappi

SAN CASCIANO – “Con tanta determinazione e un po’ di sano ottimismo Us Sancascianese e Usd Cerbaia si uniscono in un fantastico progetto che coinvolgerà i loro rispettivi Settori Giovanili e le categorie Esordienti della Scuola Calcio”.

Lo si legge in una nota ufficiale emessa oggi, sabato 13 giugno, congiuntamente all’accordo sancito dalle firme dei presidenti Aldemaro Becattini (Us Sancascianese) e Luca Presciutti (Usd Cerbaia).

“Si parla di un progetto ed un investimento condiviso da entrambe le società – prosegue la nota – verso la componente più importante delle loro associazioni: i giovani atleti che saranno i calciatori e gli uomini di domani”.

“Ogni bambino – precisano – ha diritto, secondo le proprie potenzialità, a giocare a calcio all’interno della squadra del proprio paese: a crescere, divertirsi ed impegnarsi sotto la guida di istruttori competenti e qualificati”.

Il progetto vede l’unione delle due società a partire dalla categoria Esordienti 2010 fino ad arrivare agli Allievi 2005.

I giovani atleti saranno tesserati per un’unica società (la U.S. Sancascianese A.S.D.) con la possibilità di allenarsi e disputare le gare sia al campo sportivo di Cerbaia che allo stadio comunale di San Casciano VP.

L’obiettivo primario, oltre ad ottenere la qualifica di Scuola Calcio Élite, è quello di confermare le categorie “regionali” e provare ad acquisirne di nuove. Senza tralasciare il fatto che, qualora i numeri lo consentano, sarà possibile anche costituire più squadre per ogni singola annata.

Il progetto prevede la condivisione dei costi e degli investimenti al fine di assicurare più servizi ai giovani calciatori ed alle loro famiglie.

Partendo da un incremento del numero di allenamenti (potendo contare sulla disponibilità di due ottime strutture), dei pulmini per garantire i trasporti degli atleti all’interno del comune, fino ad arrivare all’ingaggio di istruttori qualificati per ogni categoria.

Ma allora finiranno anche i derby Sancascianese- Cerbaia? Assolutamente no. Resterà il campanilismo e un po’ di sana competizione tra le due società, come è sempre stato e come è giusto che sia, poiché le categorie Juniores e Prima Squadra resteranno escluse dall’accordo.

Luca Presciutti

“L’unione fa la forza – dice Presciutti – Da oggi i nostri giovani atleti e le loro famiglie potranno contare sui servizi offerti da due solide realtà del nostro territorio”.

“Proveremo innanzitutto ad ottenere la qualifica di Scuola Calcio Élite – rimarca – sinonimo di alta garanzia e professionalità. Vogliamo trattenere i giovani all’interno del nostro comune, investire ancor di più sul lato tecnico e professionale andando a competere con le altre società dei territori limitrofi”.

“In passato – ricorda – abbiamo visto emigrare troppi piccoli atleti fuori comune attratti da progetti calcistici differenti dal nostro”.

“Oggi vogliamo – conclude Presciutti – dare una svolta, una svolta decisa che porterà negli anni benefici sopratutto ai calciatori ma anche alle loro rispettive famiglie, rafforzando il senso di appartenenza verso il nostro bellissimo territorio”.

“Siamo felici e soddisfatti di essere arrivati a questo accordo – fa eco Aldemaro Becattini – per noi non è un punto di arrivo ma un punto di partenza”.

Aldemaro Becattini

“Entrambe le società – prosegue il presidente gialloverde – hanno voglia di garantire un progetto solido, valido caratterizzato da professionalità e competenza che diventerà negli anni un punto di riferimento per il nostro territorio”.

“È il momento giusto per un accordo di questo tipo – conclude – Le due società unite potranno superare questo drammatico momento di difficoltà riuscendo a condividere spese, investimenti, aumentando la qualità dei servizi e guardando con maggior ottimismo al futuro.”

Presente al momento della firma dell’accordo anche il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi, che si è detto entusiasta dell’iniziativa delle due società a nome dell’amministrazione.

L’accordo, già firmato, sarà consegnato simbolicamente in Comune nei prossimi giorni, direttamente tra le mani del sindaco.

@RIPRODUZIONE RISERVATA