FIRENZE – A Firenze potrebbe nascere un polo per la ginnastica ritmica. È quanto emerso nel corso dell’incontro dell’assessore fiorentino allo sport Cosimo Guccione con il confermato presidente del comitato regionale della Federazione Ginnastica d’Italia Fabrizio Lupi ed il vicepresidente Mauro Selvi.

La Federginnastica (una delle più antiche del nostro Paese essendo stata fondata nel 1869) è l’unica rappresentante riconosciuta dagli organismi internazionali della ginnastica artistica, ginnastica ritmica, trampolino elastico e ginnastica aerobica.

“Un incontro molto positivo e di prospettiva – ha detto l’assessore Guccione – anzitutto perché la nostra città potrebbe ospitare un polo per la ginnastica ritmica. Ma abbiamo fatto anche il punto sui tanti investimenti in corso in città sull’impiantistica sportiva. Il Palazzo Wanny, al Cavallaccio, è una grande struttura che si candida a ospitare anche importanti rassegne di ginnastica”.

Del resto negli ultimi anni la nostra città è stata la sede di eventi ginnici di alto livello: nel 2020 il Mandela Forum è stato, per il secondo anno consecutivo, il palcoscenico della prima prova dei campionati italiani maschili e femminili di serie A1, A2 e B ai quali hanno preso parte 72 squadre per un totale di oltre 600 atleti.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato Guccione – è quello di proseguire con gli eventi sportivi di alto livello che peraltro hanno anche un’importante ricaduta sul turismo”.

La discussione si è poi spostata alla possibilità di sviluppo a Firenze del parkour, una disciplina sportiva nata in Francia a partire dalla metà degli anni ‘80 che ha grande successo tra i giovani.

Si pratica soprattutto all’aperto e consiste nell’abilità di compiere un percorso, utilizzando esclusivamente il corpo e sfruttando l’ambiente circostante, naturale oppure urbano, attraverso corsa, arrampicata, salto, scalata.

L’assessore allo sport proseguirà, nelle prossime settimane, gli incontri con i vertici delle varie federazioni sportive rieletti per il quadriennio olimpico 2021-2024. 

A seguire sarà la volta del comitato regionale della Federazione pallacanestro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA