Il nuoco Consiglio Direttivo della Fipav Toscana

FIRENZE – Con l’ultima assemblea del Comitato Regionale Fipav Toscano, tenutasi oggi, domenica 28 febbraio, si sono concluse le assemblee elettive dei quattro Comitati Territoriali Fipav della Toscana valide per il quadriennio olimpico 2021-2024.

Le 230 società Fipav della nostra regione hanno eletto il presidente e il consiglio regionale che avranno il compito di gestire la pallavolo toscana fino al 2024.

Dopo 18 anni di presidenza regionale Elio Sità ha deciso di candidarsi al Consiglio Federale, le cui elezioni si svolgeranno il prossimo 7 marzo, gli è succeduto alla presidenza toscana Giammarco Modi, proposto dai presidenti territoriali e dallo stesso presidente regionale uscente (e c’è anche un po’ del nostro territorio, visto che Modi vive a Mercatale…).

Sei i consiglieri eletti per l’organo collegiale toscano: Stefano Berlincioni, Alessandro Del Seppia, Claudia Galigani, Riccardo Parolai, Tiziano Silei e Gianni Taccetti, oltre al revisore Francesco Lascala.

Nella settimana scorsa rinnovati anche i comitati territoriali, a Firenze la riconfermata Claudia Frascati, Alfredo Caini, presidente del Comitato Etruria, Roberto Ceccarini, presidente del Basso Tirreno e Roberto Giorgi, presidente del Comitato dell’Appenino.

Fra i tanti temi toccati nella relazione programmatica del neo presidente regionale, innanzitutto “la vicinanza a tutte le società in questo momento particolarmente complicato anche dal punto di vista sportivo”.

“Quella che presentiamo oggi – ha detto – è infatti una squadra rappresentativa di tutte le 230 società della nostra regione e che pur partendo in salita, ce la metterà tutta per arrivare in cima insieme a tutti i sodalizi. Insieme a una coesione e a una uniformità di vedute che devono essere alla base del lavoro di tutti nei prossimi quattro anni”.

Passando poi, fra le altre cose, all’importanza che dovranno avere il settore promozione e scuola, la valorizzazione di dirigenti, atleti, tecnici e del settore arbitrale “in modo che la Toscana possa tornare a recitare il ruolo che le compete a livello nazionale”.

Parlando anche di Sitting Volley: “Non possiamo ignorare di avere un’eccellenza femminile pluriscudettata nella nostra regione, molto potrà essere fatto tramite le società, affinché questa disciplina, ricca di tanti messaggi positivi, possa raggiungere la visibilità che le spetta”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA