IMPRUNETA – L’Apasi pattinaggio è tornata in pista per i campionati del 2021.

“Fino a poco tempo fa – ammettono dalla società imprunetina – nessuno di noi sapeva se realmente saremmo potuti tornare a gareggiare, a vivere quelle gare piene di emozione e adrenalina”.

“La domanda che le nostre atlete ci facevano in continuazione – aggiungono – era sempre la stessa: “Si sa niente delle gare?”, è rimasto un dubbio fisso anche per noi allenatori che già da dicembre avevamo iniziato a creare coreografie senza realmente sapere se mai sarebbero state esibite in gara”.

“Poi – raccontano – il primo comunicato della Federazione. ed ecco che l’adrenalina è tornata nelle nostre atlete come una luce brillante nei loro occhi pieni di speranza mai spenta!”.

Il 24 gennaio scorso Giorgia si è aggiudicata il titolo di campionessa della 2° tappa esercizi obbligatori categoria Div. Nazionale B.

Nelle giornate del 13-14 febbraio scorsi invece, nel palazzetto di Massa hanno gareggiato per la specialità libero nella 2° tappa FISR Toscana, Eleonora, Giulia, Giorgia, Selina; Giorgia nella categoria Div Nazionale A-B e Costanza nella categoria Esordienti regionali A.

La prima gara di libero dopo più di un anno di stop: per tre di loro è stata la prima gara dove si sono confrontate con esercizi nuovi.

E solo per la voglia di portare in gara esercizi di livello più alto dopo un periodo così travagliato vanno premiate! Hanno voluto sfidare loro stesse e mettersi in gioco.

Eleonora si è aggiudicata il 4° posto su 44 atlete con un disco emozionante e pieno di energia! Costanza si è aggiudicata il 1° posto su 12 atlete.

Domenica 21 febbraio, infine, a Calenzano sono invece iniziate alla grande le gare Uisp: con il primo posto di Vittoria (di nome e… di fatto) nella specialità obbligatori.

Per il libero hanno gareggiato Gaia (2012), Elisa (2010), Bianca e Miriam, aggiudicandosi rispettivamente il 2°, 5°, 3° e 3° posto.

“Abbiamo nuovamente vissuto l’atmosfera delle gare che tanto ci mancava – concludono dal Pattinaggio Apasi – senza pubblico, applausi né premiazioni. Ma con la stessa voglia di dimostrare il duro lavoro fatto in questo anno difficile per tutti, nella speranza di continuare senza intoppi questo anno sportivo. E vedere nei loro volti felicità e passione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA