Claudio Gemelli, capogruppo di centrodestra in consiglio comunale a Greve in Chianti

GREVE IN CHIANTI – “Negli ultimi consigli comunali stiamo portando avanti numerosi atti riguardati gli impianti sportivi presenti sul territorio, in un dibattito costruttivo con l’amministrazione”.

A parlare sono i consiglieri comunali del gruppo di opposizione di centrodestra a Greve in Chianti: il capogruppo Claudio Gemelli, Marco Raveggi e Giuliano Sottani.

“Abbiamo evidenziato – proseguono – la necessità di interventi sui campi da tennis, sia proponendo una valorizzazione di quelli esistenti sia pensando anche a un ampliamento dell’offerta con i campi da padel”.

“Ci siamo poi concentrati – continuano – sulla piscina comunale di Greve in Chianti proponendo migliorie e valorizzazione degli impianti interni. E abbiamo avanzato proposte anche relative alla sistemazione dell’impianto dello stadio comunale di Greve in Chianti, che da troppo tempo ha bisogno di interventi di manutenzione. Interventi spesso svolti dai volontari che cercano di portare avanti la struttura”.

“Abbiamo evidenziato – dicono – sempre in consiglio comunale, le carenze della polisportiva di Chiocchio relativamente ai campi che sono presenti e agli spogliatoi”.

“È nostra intenzione – aggiungono – proseguire su questo solco e visitare tutte le strutture sportive per vedere le condizioni di manutenzione. Poiché, come abbiamo più volte sottolineato, è inutile avere impianti sportivi non adeguati e non curati; perché poi succede che i cittadini in molti casi preferiscono spostarsi verso Firenze o in altri comuni limitrofi per svolgere attività sportiva”.

In particolare, il consigliere Marco Raveggi osserva: “Abbiamo già chiesto al Comune di avviare un tavolo che prenda in considerazione l’analisi di tutti gli impianti sportivi, polisportive, giardini pubblici sul territorio. Per riuscire a sviluppare un piano complessivo che comprenda tutte le richieste dei cittadini per riuscire a razionalizzarle in termini di efficienza economica per il Comune, e maggiori capacità attrattive per gli utenti”.

“Anche per questo – conclude Raveggi – abbiamo sollecitato l’amministrazione a porre massima attenzione sui bandi relativi a fondi statali, regionali ed europei per la realizzazione di molte opere relative allo sport”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA