BAGNO A RIPOLI – Esordio molto positivo per Simone Faggioli nella prima tappa del Campionato Italiano Velocità Montagna.

La 46esima Alpe del Nevegal, evento a porte chiuse causa disposizioni anti Covid, ha visto il ripolese portacolori Best Lap classificarsi secondo assoluto con la sua Norma M20 FC Pirelli Zytek dietro a Merli su Osella. Terzo assoluto un brillante Degasperi su Osella FA30 del Team Faggioli.

Per Faggioli si trattava della prima presenza alla gara bellunese, tracciato dal fondo sconnesso, con fortissima pendenza e di difficile interpretazione. Nonostante questo il pluricampione fiorentino è riuscito la domenica in Gara 1 a segnare il nuovo record del percorso (ritoccato poi ulteriormente da Merli) abbassando di quasi 5 secondi il suo miglior tempo in prova.

“Sono contento di quanto ottenuto in questo week end – ha commentato Faggioli – Ho fatto lavorare tantissimo i miei ragazzi per mettere a punto la macchina perché ad ogni salita recuperavo nuove informazioni utili che mi mancavano per la messa a punto. Il tempo della prima manche di gara ci ha ripagato del lavoro svolto ed ha ridotto al minimo il gap con la concorrenza. In Gara 2 ho registrato un crono leggermente più alto a causa delle condizioni del tracciato che erano peggiorate. Mi dispiace di ció perché le Pirelli sono gli pneumatici con maggiore durata in salita, caratteristica che per noi è sempre un vantaggio nella seconda manche visto che nel Campionato Italiano possiamo usare solamente un treno di pneumatici la domenica in gara. Sono comunque soddisfatto per essermi difeso in un tracciato che non conoscevo per nulla e che sapevo essere poco adatto alla mia vettura. Mi preparo ora per Gubbio, seconda tappa di CIVM: voglio essere concentrato ed attento ad ogni minimo particolare.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA