FIRENZE – Sul tema del costo dei tesseramenti (e del mancato posticipo del loro pagamento), alle osservazioni di Fabio Giorgetti di qualche giorno fa nella sua intervista a SportChianti, risponde il presidente del Comitato Regionale Toscana Paolo Mangini.

“Concordo pienamente con il Presidente Giorgetti in merito ai rilievi inerenti le modalità e la tempistica per i tesseramenti annuali – spiega Mangini – al punto che, già un mese fa, come più volte dichiarato, avevamo proposto di apportare una modifica al programma centralizzato del “portafoglio tesseramento”, affinché fosse possibile, da parte delle società, effettuare la pratica senza alcun immediato addebito e all’ufficio tesseramento del Comitato di procedere a regolare convalida, con pagamento a metà settembre”.

“Al momento tale opportunità non è stata validata da parte del CED – prosegue – immagino per le difficoltà di armonizzare competenze e attribuzioni diverse: i tesseramenti annuali, infatti, sono emessi dalla Federazione e non dalla Lega. Consapevoli, però, delle difficoltà economiche in cui si trovano tante società in questo momento, abbiamo ritenuto opportuno effettuare due operazioni che sicuramente ne diminuiranno il disagio”.

“La prima – entra nel dettaglio – quella di accreditare direttamente sul “portafoglio tesseramenti” delle società, una cifra complessiva di circa 120.000 euro, che, invece, avrebbe dovuto essere addebitata, relativa a spese di organizzazione.
La seconda, in accordo con la Lega, quella di rendere immediatamente disponibile dal 1° luglio, sul portafoglio tesseramenti, l’eventuale saldo attivo delle società”.

“Per quanto attiene, poi, l’assicurazione legata al tesseramento, ma non utilizzata negli ultimi mesi della stagione sportiva – prosegue – la Federazione provvederà, nei prossimi giorni, ad accreditare ad ogni società il rimborso relativo per ogni tipologia di tesseramento (allievi, giovanissimi, scuola calcio). Questo permetterà di iniziare il tesseramento con un minimo di tranquillità”.

“Per quanto riguarda i costi delle varie tipologie, nonostante ancora non sia stata emanata dalla Federazione la relativa circolare, ho avuto assicurazione di una doverosa diminuzione degli importi” va avanti Mangini.

“Ricordo, infine, che in questi mesi, la vicinanza del Comitato a tutte le realtà sportive della nostra Regione – prosegue Mangini – è stata continua e soprattutto concreta, prova ne sono gli importi già stanziati per tutte le nostre società, che fra contribuzioni dirette (compresa quella della Lega Nazionale Dilettanti), mancati addebiti e relativi accrediti, diminuzione dell’importo di iscrizione alle varie categorie rispetto all’anno passato, ammontano a circa 1.383.000 euro. Nel corso, inoltre, della stagione sportiva seguirà molto probabilmente un secondo contributo da parte della Lega.  Come sempre, confermo, la mia piena disponibilità all’incontro e al confronto costruttivo con ogni interlocutore”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA