FIRENZE – La valutazione delle attività che, vietate in questi mesi da decreti del governo per contrastare l’epidemia da coronavirus, possono ora ripartire in un contesto di costante attenzione per le condizioni di sicurezza.

Questo è il tema affrontato ieri dalla giunta regionale, con una ricognizione delle varie attività, anche alla luce dell’evoluzione del quadro epidemiologico.

In particolare, per quanto riguarda gli sport di contatto (per esempio il calcetto) la giunta auspica una rapida ripresa delle attività nel quadro di un’intesa tra le Regioni e i due Ministeri interessati (sport e salute) come previsto dal Dpcm.

Proprio per velocizzare questa intesa giovedì scorso le Regioni, in sede di conferenza, hanno predisposto un testo di accordo sottoponendolo ai due ministri.

Per quanto riguarda le saune nelle terme, nelle palestre e nelle spa, in base ai dati scientifici la giunta è orientata al proseguimento della sospensione dei bagni turchi e alla riattivazione delle saune finlandesi che, per le temperature a cui operano, garantiscono la sicurezza.

Per quanto riguarda le altre attività la giunta è intenzionata a riordinare la materia dell’autotrasporto e della consegna a domicilio, già regolata da precedenti provvedimenti, allo scopo di consentire queste attività in condizioni di massima sicurezza.

@RIPRODUZIONE RISERVATA