OSTERIA NUOVA (BAGNO A RIPOLI) – Presenti e motivati: in questo modo hanno risposto gli atleti della Empi Dojo di Bagno a Ripoli ai loro Maestri, quando questi hanno annunciato la possibilità di potersi tornare ad allenare e a stare insieme.

Grazie infatti agli spazi aperti messi a disposizione dalla casa del popolo di Osteria Nuova, i corsi per tutti i livelli e per tutte le età sono finalmente ripartiti, in assoluta sicurezza e nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di distanziamento sociale.

Anche se in maniera diversa rispetto a quanto erano abituati, i grandi e i piccoli karateka del Dojo hanno ripreso con entusiasmo ed energia le loro attività sportive, dimostrando non solo un grande senso di dedizione ma anche di rispetto.

Anche se è difficile e non sempre automatico, persino i più piccoli allievi si impegnano a mantenere le dovute distanze e ad interagire con i compagni in maniera alternativa ma efficace.

Del resto, anche nei mesi difficili di “riposo” forzato, gli allenamenti non si sono mai interrotti: grazie alla preziosa costanza dei maestri Marco Diani e Francesca Gentile è stato messo a disposizione degli atleti della Empi (e di quelli del Dojo grevigiano Tzubame di Maestro Michele Romano) uno spazio virtuale in cui potersi allenare seguendo le lezioni tenute dagli istruttori direttamente dalle loro abitazioni.

Un modo sicuramente innovativo, che è stato utile per poter stare vicino ai propri allievi e offrire loro qualche ora di svago nell’arco della settimana.

Ma adesso che è consentito di nuovo vedersi all’aria aperta, i corsi sono ripartiti e le adesioni non hanno certo tardato ad arrivare.

Con una media di 12-15 allievi per ciascuno corso, gestiti in simultanea da tre tecnici della Empi, questi primi passi verso la ripartenza vera e propria sembrano essere proprio promettenti.

E se questa ripartenza è stata possibile un grazie speciale da parte di tutto l’Empi Dojo va senz’altro al comune di Bagno a Ripoli e l’assessore dello sport Enrico Minelli, per la presenza costante, l’ascolto e la cooperazione che ha avuto con tutte le ASD del comune.

E senz’altro a Elena e Matteo del circolo di Osteria Nuova, che hanno consentito di fare attività negli spazi esterni della sede.

“Quando diciamo tutti i corsi – concludono orgogliosi da Empi Dojo – vuol dire anche quello dedicato ai nostri nonni del Dojo, infatti anche Karaterzetà è ripartito alla grande”.

(Martina Metafonti)

@RIPRODUZIONE RISERVATA