TAVARNELLE (SAN DONATO TAVARNELLE) – Il presidente del San Donato Tavarnelle Andrea Bacci, assieme a tutta la dirigenza, sta gettando le basi per il futuro, in attesa di capire le decisioni che arriveranno dalla Federazione proprio in questi giorni.

Per poter programmare la prossima stagione occorre concludere l’attuale e l’ultima parola spetta alla federazione che si esprimerà definitivamente in questa settimana su questo punto.

Fra le prime decisioni prese intanto c’è la conferma di Paolo Tascioni nel ruolo di responsabile della Scuola Calcio e allo stesso tempo alla guida dei centri estivi.

“Aspettiamo le decisioni ufficiali che arriveranno – spiega Bacci – perché saranno quelle che ci permetteranno di organizzare il futuro di una società, pronta e desiderosa di ripartire alle condizioni che la federazione presenterà”.

Il Settore Giovanile sarà organizzato con gli Allievi Regionali (2004), Allievi B (2005), Giovanissimi A (2006) e Giovanissimi B (2007). La Scuola Calcio invece conterà sugli anni che vanno dal 2008 al 2014. A gennaio 2021 spazio anche al 2015. Ipotesi di organizzazione che dovranno tenere conto delle comunicazioni ufficiali della Federazione.

La società è al lavoro per costruire la prossima annata a tutti i livelli e seguiranno comunicazioni ufficiali nelle prossime settimane in tal senso.

Nell’attesa ci sono importanti novità legate alla Scuola Calcio. Oltre alla conferma come detto di Paolo Tascioni al timone della Scuola Calcio, il San Donato Tavarnelle sta studiando un progetto, condiviso con l’amministrazione comunale e altre associazioni del territorio, per dar vita a centri estivi che possano abbracciare un lungo lasso di tempo estivo.

Lo stesso Tascioni è stato nominato responsabile dei centri estivi. Sarà presentato un protocollo per il rispetto di tutte le normative legate alla sicurezza, da condividere con i soggetti preposti per ricevere l’approvazione definitiva. Un progetto che potrà contare anche sull’aiuto economico da parte dello Stato con un contributo rivolto alle famiglie che sarà approfondito nelle prossime settimane per essere poi comunicato ai soggetti interessati.

@RIPRODUZIONE RISERVATA