STRADA (GREVE IN CHIANTI) – Una vittoria per mettere in archivio il discorso salvezza e provare a giocarsi il finale di stagione con la mente sgombra. È quello che si aspetta il Chianti Nord dal derby casalingo contro la Grevigiana.

Lo scorso anno i biancoverdi si salvarono direttamente con 39 punti. Adesso ne hanno già raccolti 35 a 8 giornate dal termine. La scorsa stagione ne bastarono 36 per salvarsi.

Forse fa un po’ sorridere sentire il Chianti Nord parlare di salvezza quando la squadra è a due punti dal secondo posto. Eppure Claudio Michelacci è così: piedi per terra e un passo alla volta.

“Domenica – spiega il tecnico – sarà una partita difficile. Alla Grevigiana i punti servono per la salvezza. A noi pure, perché vincere vorrebbe dire chiudere il discorso salvezza. E a quel punto potremmo pensare a divertirci nell’ultima fase di campionato”.

“La Grevigiana è una squadra in salute – prosegue – e Fabio Consigli, col quale ho anche collaborato all’inizio della mia carriera, è un bravo allenatore che stimo e che sa mettere bene le squadre in campo. Credo che avremo un po’ di assenze su tutti e due i fronti, ma sarà una partita equilibrata”.

I biancoverdi dovranno fare a meno degli squalificati Bin Zang e Asoli, dell’infortunato Mangani, in attesa del rientro di Porreca e con gli interrogativi di Ulivi e Vannoni non al meglio: “Ma io so che chiunque andrà in campo darà il massimo come sempre” conclude Michalacci.

@RIPRODUZIONE RISERVATA