TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – In sei anni ha portato la Spal dalla zona salvezza della Lega Pro a due salvezze incredibili in Serie A (dove la società mancava da 50 anni).

Il suo esonero era nell’aria ed è arrivato oggi, dopo la sconfitta con il Sassuolo: al posto di Leonardo Semplici a Ferrara arriva Gigi Di Biagio.

Intanto il tavarnuzzino Leo ha salutato a modo suo il popolo spallino a cui è rimasto molto affezionato (oltre 200 panchine).

“Ci ho pensato molto, ma le parole, quelle giuste, in momenti come questi faticano ad uscire – ha scritto sulla propria pagina facebook – Sono passati sei anni dalla volta che ho fatto conoscenza con questa città magnifica, sei anni da quando ho abbracciato la tifoseria e questi colori che fino ad oggi mi hanno accompagnato. Sei anni da quando con dedizione, coraggio, rispetto sono entrato nel progetto SPAL”.

“Sono orgoglioso – prosegue – di aver raggiunto obiettivi impensabili, orgoglioso e felice di aver avuto la possibilità di lavorare in una società come questa. Certamente non era questo il finale che speravo, che desideravo, e con dispiacere finisce adesso il mio percorso a Ferrara”.

“Ma voglio ringraziarvi tutti quanti per il calore e l’accoglienza di una città che porterò nel cuore – la sua conclusione – e che sarà sempre la mia seconda casa. Ringrazio la famiglia Colombarini, Presidente, Direttore, Giocatori, Dottori, Fisioterapisti, Magazzinieri e tutti coloro che hanno collaborato per il raggiungimento degli obiettivi. Un grazie particolare a tutto il mio Staff che ha condiviso con me questo straordinario cammino. Vi auguro il meglio. Forza SPAL”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA