BARBERINO TAVARNELLE – Al via il Rally della Fettunta con quasi settanta vetture in gara: appuntamento il 7 e 8 dicembre sulle strade del Chianti per l’edizione 41, dal 1977, anno della prima. In tutto sessantasette equipaggi si contenderanno la palma del più veloce sulle strade chiantigiane.

Una gara che ha tanti contenuti: serve ai piloti per testare le auto in vista della stagione 2020, ma è anche un break per tutti coloro che vogliono mettersi alla prova su strade ad alto contenuto tecnico, oltre a passare due giorni in una delle terre più belle d’Italia.

La gara si preannuncia combattuta e ad alto tasso tecnico. Annunciata la presenza di Francesco Paolini, vincitore dell’ultima edizione.

Sarà un bel confronto all’ultimo decimo nelle prove speciali con Luciano D’Arcio, vincitore delle edizioni 2016 e 2017.

C’è attesa per la prova dei piloti locali: dal sancascianese Giacomo Matteuzzi col compaesano navigatore, Alessandro La Ferla, all’altro driver del territorio: Simone Borghi.

Pronto alla partenza anche il pisano Michele Rovatti, che darà battaglia con la sua Peugeot 106 Kit a tutti gli altri protagonisti che invece porteranno al via delle Renault Clio e il ligure Paolo Benvenuti.

Occhio anche ai possibili outsider come Zucchesi, Corti e Di Giulio e il giovane Cristopher Lucchesi che ha la mamma Titti Ghilardi a fargli da navigatore.

La scuderia organizzatrice, Valdelsa Corse ha confermato anche per quest’anno lo shakedown, i test pre-gara fissati sabato 7 in località Fabbrica su un tracciato di circa 2 km chiuso al traffico. Attraverso questi test, gli equipaggi potranno mettere a punto le vetture in condizioni gara.

Partenza l’8 dicembre da Barberino Val d’Elsa, arrivo a Tavarnelle Val di Pesa con premiazione in piazza Matteotti.

I riordini si terranno tra Barberino e Tavarnelle; a Sambuca è stato mantenuto il parco assistenza; confermate le prove speciali Sicelle, Tignano e Campoli, diventate ormai un classico per piloti a appassionati.

“Ci siamo – ha detto il presidente della Valdelsa Corse, Federico Feti – nel fine settimana si terrà il nostro amato Fettunta. Siamo soddisfatti per gli iscritti che crescono rispetto alla passata edizione, e per il raduno che porterà in strada delle auto bellissime e cariche di storia. Ora ci concentriamo sulla gara, che rappresenta una tradizione per il nostro territorio. Voglio ringraziare le amministrazioni comunali del territorio, da San Casciano a Barberino-Tavarnelle, Aci Firenze, Chianti Banca, e tutti gli sponsor che ci sostengono da anni, i volontari e le associazioni della zona che rendono possibile lo svolgimento della nostra manifestazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA