BARBERINO TAVARNELLE – Ultimo giorno di iscrizioni al rally di un giorno più antico d’Italia. Poi non resterà che prepararsi al Rally della Fettunta: appuntamento il 7 e 8 dicembre sulle strade del Chianti per l’edizione 41, dal 1977, anno della prima.

Una gara che ha tanti contenuti: serve ai piloti per testare le auto in vista della stagione 2019, ma è anche un break per tutti coloro che vogliono mettersi alla prova su strade ad alto contenuto tecnico, oltre a passare due giorni tra panorami mozzafiato e gastronomia.

La scuderia organizzatrice, Valdelsa Corse ha confermato anche per quest’anno lo shakedown, i test pre-gara fissati sabato 7 in località Fabbrica su un tracciato di circa 2 km chiuso al traffico. Attraverso questi test, gli equipaggi potranno mettere a punto le vetture in condizioni gara.

Partenza l’8 dicembre da Barberino Val d’Elsa, arrivo a Tavarnelle con premiazione in piazza Matteotti.

I riordini si terranno tra Barberino e Tavarnelle; a Sambuca è stato mantenuto il parco assistenza; confermate le prove speciali Sicelle, Tignano e Campoli, diventate ormai un classico per piloti a appassionati.

“Siamo soddisfatti – ha detto il presidente della Valdelsa Corse, Federico Feti – perché è stato apprezzato dagli appassionati anche il raduno, che è la novità 2019. Abbiamo già quasi il tutto esaurito; ora ci concentriamo sulla gara, che rappresenta una tradizione per il nostro territorio”.

“Voglio ringraziare tutte le aziende del territorio e gli sponsor che ci sostengono da anni – conclude – i volontari e le associazioni della zona che rendono possibile lo svolgimento della nostra manifestazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA