MONTEVARCHI – Il passaggio più autentico (anche se tutto quello che dice l’ex mister del San Donato Tavarnelle ha il sapore dell’autenticità) nella conferenza stampa post vittoria del suo Montevarchi contro lo Scandicci (2-1) di Roberto Malotti, arriva a metà della chiacchierata con i giornalisti.

“Non vorrei essere nei panni dei miei ragazzi – dice il tecnico fiorentino – Stare con me non è semplice, sotto tutti i punti di vista”.

E chi si è allenato almeno una volta con Malotti sa bene a cosa fa riferimento l’allenatotre.

Esigente al massimo con i suoi giocatori. Pronto a gettarsi nel fuoco per ciascuno di loro.

Domenica prossima, 10 novembre, a testare il Montevarchi di Malotti sarà il Grassina di mister Matteo Innocenti, sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria proprio contro il San Donato Tavarnelle, ultimo grande “amore” di Malotti per due mezze stagioni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA