SAN CASCIANO – Il nuoto italiano continua a parlare sancascianese e lo fa grazie ad un super Filippo Megli, che agli assoluti di Riccione si è laureato campione d’Italia nei 200 metri stile libero in vasca corta con il suo nuovo personale 1’ 43’’ 92.

Una grande emozione per Filippo che è riuscito così a strappare il pass per i campionati Europei di Copenaghen davanti a Lombini ed al due volte campione del mondo nei 100 metri stile libero Filippo Magnini.

Magnini, che proprio a Riccione ha annunciato il suo ritiro, non ha tardato a fare i suoi complimenti al giovane sancascianese.

“Nuotare al fianco di Magnini – ci racconta Megli – è stato fantastico. Ho avuto l’onore di condividere con lui anche le esperienze all’Europeo ed al Mondiale: esperienze che mi hanno fatto crescere tantissimo. Al termine della gara ci siamo abbracciati e lui si è congratulato con me. Un’emozione unica, dato che molto probabilmente è stata l’ultima gara della sua strepitosa carriera.”

Una vittoria che ha dell’incredibile per Filippo, sopratutto perché inaspettata.

“Erano tre settimane – ci confida Megli – che ero a Roma per cercare di entrare all’interno del corpo sportivo dei carabinieri. Non ho avuto modo di allenarmi molto e di preparare la gara nel migliore dei modi”.

“Il mio intento – conclude – era infatti quello di nuotare senza pensieri e preoccupazioni, pronto ad accettare qualsiasi risultato. Per fortuna è andata benissimo, oltre le mie aspettative”.

Duccio Becattini

@RIPRODUZIONE RISERVATA