SAN CASCIANO – Sta andando in scena a Budapest, in Ungheria, la XVII edizione dei Campionati Mondiali di Nuoto.

La competizione sportiva organizzata dalla Federazione Internazionale del Nuoto (FINA), vede un grandissimo numero di atleti provenienti da ogni parte del mondo, fronteggiarsi nelle discipline di nuoto, nuoto di fondo, nuoto sincronizzato, pallanuoto e tuffi.

Tra i vari atleti in gara per la conquista di una medaglia, in rappresentanza della Nazionale Italiana, abbiamo il nostro giovane nuotatore Filippo Megli classe 1997, nato e cresciuto a San Casciano.

Filippo sarà impegnato in ben due gare: nei 200 Stile Libero nel corso della giornata di lunedì 24 luglio e nella sttaffetta 4X200 Stile Libero nella giornata di venerdì 28 luglio.

“Percepisco sensazioni molto positive – ci confida Megli – e dopo l’esperienza dello scorso anno agli Europei di Londra, sono conscio di non aver niente da perdere. Andrò lì giocando tutte le mie carte e dando il meglio di me”.

La preparazione in vista del Mondiale per Filippo è iniziata ad Aprile qua a Firenze, per poi trasferirsi in America, precisamente a Flagstaff, al seguito di tutta la Nazionale Italiana.

“Gli allenamenti – racconta Megli – nel corso della preparazione sono stati molto duri. Il nuoto è uno sport individuale, ma è negli allenamenti che ti accorgi di quanto avere una squadra e dei compagni sia fondamentale. Assieme ai miei compagni di Nazionale ci sproniamo infatti l’uno con l’altro, per tenere alta la concentrazione e cercare di dare il massimo ad ogni allenamento”.

Filippo giunge ai Mondiali di Budapest consapevole delle ottime prestazioni rimediate agli Assoluti Italiani di Riccione ad Aprile, dove è riuscito ad aggiudicarsi ben due medaglie d’argento nei 200 e nei 400 Stile Libero.

“Sono felice delle mie recenti prestazioni nei 200 Stile Libero, dove sono riuscito a migliorare il mio personale fino a portarlo a 1’47’’38. Per questi Mondiali già il raggiungimento di una semifinale sarebbe il massimo. Vorrebbe dire rientrare tra i primi 16 atleti al mondo in questa disciplina”.

Per la staffetta invece Megli potrà contare su una squadre composta da campioni del calibro di Detti, Magnini e Dotto.

“Sono tutti dei talenti eccezionali – ammette orgoglioso – Con Detti in particolare ho stretto però un bellissimo rapporto che va oltre il nuoto, un vero e proprio amico fuori dall’acqua ed un tutor nel corso degli allenamenti”.

Oltre che su Filippo, la Nazionale Italiana dispone di tante altre giovani speranze del nuoto mondiale.

“Il futuro della nostra Nazionale – afferma Megli – non può che essere roseo. Mai come in questa edizione dei Mondiali ci sono stati così tanti giovani in squadra. Oltre alle solite certezze Detti e Paltrinieri, vi anticipo il nome di Nicolò Martinenghi che, a neanche 18 anni compiuti, realizza già tempi da podio mondiale nei 50 e 100 metri Rana. Sono molto felice di questa mia esperienza in Nazionale, perché siamo un gruppo molto unito, dove anche i veterani aiutano i giovani nel raggiungimento di obiettivi comuni”.

“Colgo infine l’occasione – conclude – per ringraziare familiari, amici, allenatori, staff tecnico e tutte quelle persone che mi seguiranno in questa avventura mondiale”.

Non possiamo quindi far altro che augurare un grosso in bocca al lupo a Filippo e seguirlo su Rai Sport nelle sue prossime gare.

Duccio Becattini

Redazione
La redazione di SportChianti dà spazio, ogni giorno, a tutti gli sport nei comuni chiantigiani: calcio, pallavolo, basket, pallamano, baseball, karate, danza, ginnastica, ciclismo...