Centro sportivo a Bagno a Ripoli: Rocco l’Americano ha voglia di scrivere la storia

349

Non stiamo parlando solo di un centro sportivo che al termine della sua realizzazione sarà il secondo più grande d’Italia, a livello dei migliori centri sportivi internazionali.

Non stiamo solo parlando di una ventina di milioni di euro investiti senza battere ciglio.

Qui stiamo parlando di un qualcosa che sta nascendo, qualcosa di unico nella vita della maggior parte di noi tifosi.

La Fiorentina potrà avvalersi di una struttura che vedrà insieme uomini, donne, bambini e la sede, un vero e proprio quartier generale dove poter ospitare procuratori, tifosi, giornalisti, televisioni e fargli assaporare la nostra storia, il nostro presente e il nostro futuro.

Dove poter lavorare insieme, dove un ragazzino di 10 anni potrà affacciarsi e sbirciare il campione di 30, correre nel campo accanto al suo.

Una zona bellissima, una delle più belle dell’intera provincia. Non il sottoscala di uno stadio obsoleto, non più.

Allora non stava scherzando il nostro Rocco.

L’impressione era quella che lui non volesse solo il profitto dalla vita. “I soldi noi li abbiamo, okay!”, diceva in quel di Time Square.

Non li buttano, ma li spendono. La Commisso family vuol lasciare una forte traccia del suo passaggio.

Una traccia che rischia veramente di diventare indelebile.

Commisso cerca l’immortalità, cerca di entrare nel cuore di un Paese e di uno sport che evidentemente lo hanno segnato per tutta la sua crescita e al quale ora lui vuol restituire qualcosa.

Ha trovato terreno fertilissimo, lasciato ben 17 anni a maggese e pieno zeppo di concime lasciato da quelli di prima.

La prima pietra dell’immortalità è stata già posata, dopo soli 4 mesi.

A breve sono sicuro che troverà una soluzione anche per lo stadio e se Nardella non si sbriga, perderà pure questa occasione.

Caro sindaco (Dario Nardella), qua se non ti svegli rischi di perdere tutta la Fiorentina in un colpo solo.

Questo ha fretta, non ha problemi di spesa. Vuole fare. Risolvi i soliti problemi di sorta che prima facevano comodo un po’ a tutti per dire che si voleva ma non si poteva. E trova lo spazio per il nuovo stadio.

Scusateci burocrati dei nostri tempi, è arrivato Rocco l’Americano. Ha voglia di scrivere la storia, non ha tempo per le vostre cazzate.

⬇️ ⬇️ ⬇️ ⬇️ ⬇️ ⬇️ ⬇️

“CHIANTI IN VIOLA” E’ SPONSORIZZATO DA…

  • FAN-COR

Via Cassia per Siena 37, San Casciano Val di Pesa (Firenze)

0558249347 – fancor@fancor.it  www.fancor.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA