Brenna apre, Masini chiude: San Donato Tavarnelle batte Grassina 3-1 e va agli ottavi di Coppa

320
il 3-1 di Masini

PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Il San Donato Tavarnelle va avanti in Coppa Italia di Serie D e, due anni dopo, torna tra le prime sedici squadre d’Italia, eliminando il Grassina nel derby al “Pazzagli”, con un perentorio 3-1.

Ci sono assenze e turn over su entrambi i fronti. Il Grassina si schiera con un 4-3-3: in porta Cecchi i quattro difensori da sinistra a a destra sono Benvenuti, Alderotti, Testaguzza e Privitera, i tre di centrocampo Degl’Innocenti, Nuti e Metafonti, davanti Marzierli con Bruni e l’esordiente Di Blasio.

Il San Donato Tavarnelle – seguito dalla tribuna dall’indimenticato ex Nicola Pozzi – si affida al 3-5-2: il portiere Cucchiararo, Nassi, Brenna e Zambarda i tre centrali di difesa, esterno a sinistra Calonaci a destra Ciurli, in mediana Favilli, Gemignani e Zagaglioni (ex di turno), i due davanti Zuppardo e Pino.

Parte meglio la squadra di casa, che già al 4′ con azione sulla destra Di Blasio arriva fino alla linea di fondo, ma la sua conclusione viene parata dal portiere Cucchiararo. Al 7′ tiro da fuori area di Degl’Innocenti ma la conclusione è alta.

Ancora il numero quattro crossa in area per la testa di Marzierli, la sfera sfiora il montante e finisce fuori.

Il San Donato Tavarnelle però col passare dei minuti conquista metri e inizia a farsi pericoloso, sopratutto sui calci piazzati, come al 12′: su calcio d’angolo Brenna impegna Cecchi.

Al 27′ doppio calcio d’angolo per la squadra ospite, il primo viene deviato sul fondo, ma sul secondo sempre il centrale difensivo gialloblù anticipa tutti e deposita in rete. La risposta del Grassina è al 32′ con un tiro cross di Nuti che però finisce fuori.

La ripresa vede delle variazioni in campo; il Grassina sostituisce Metafonti con Torrini e Marzierli con Leporatti. Mentre la squadra di casa cerca il nuovo equilibrio, al 47′ il San Donato raddoppia: azione insistita di Zuppardo che si vede portar via palla dalla difesa, ma la sfera rimpalla verso Cecchi e un lesto Pino si inserisce e deposita la sfera in rete.

La reazione del Grassina è rabbiosa: al 54′ il neo-entrato Torrini dal limite calcia, ma la palla è alta sopra la traversa. Al 58′ azione insistita in area del San Donato sugli sviluppi di una punzione di Degl’Innocenti: la palla arriva a Benvenuti che subisce un contrasto deciso, per l’arbitro Manzo è rigore. Sul dischetto Bruni spiazza Cucchiararo e riapre la qualificazione.

I minuti trascorrono, ma la squadra di casa non riesce a trovare le giuste geometrie, mentre il San Donato Tavarnelle prova le ripartenze per mettere a sicuro il risultato.

E proprio su una di queste ripartenze al 76′ ottiene un calcio d’angolo: la difesa locale si concentra solo su alcuni giocatori lasciando libero di colpire sul secondo palo Masini, da poco in campo, che di testa porta a tre le reti e chiude così la qualificazione.

Anche se solo due minuti dopo al 78′ Privitera si presenta solo davanti al portiere, ma la conclusione è da dimenticare e lascia il tabellino invariato.

Nei minuti restanti, compresi i cinque di recupero, non si vedono azioni rilevanti ed emozionanti.

Per il San Donato Tavarnelle gli ottavi di finale saranno adesso con il Seravezza (da sorteggiare il campo).

Ilario Baracchi

IL TABELLINO: 1-3

GRASSINA (4-3-3): Cecchi, Privitera, Benvenuti (70′ Pisaneschi), Degl’Innocenti, Testaguzza, Alderotti, Nuti (51′ Bigica), Metafonti (46′ Torrini), Marzierli (46′ Leporatti), Bruni (70′ Calosi), Di Blasio. A disp.: Burzargli, Marconi, Villagatti, Gargano. All. Matteo Innocenti.

SAN DONATO TAVARNELLE (3-5-2): Cucchiararo, Nassi, Ciurli, Calonaci (55′ Salvadori), Zambarda, Brenna, Pino (63′ Giordani), Gemignani, Zuppardo (86′ Kernezo), Zagaglioni (70′ Masini), Favilli (67′ Tetteh). A disp.: Nannelli, Monticelli, Koci, Montini. All. Simone Venturi.

ARBITRO: Manzo di Torre Annunziata, coad. da Raccanello di Viterbo e Leonardi di Ostia Lido.

RETI: 27′ Brenna, 47′ Pino, 58′ rig. Bruni, 76′ Masini.

@RIPRODUZIONE RISERVATA