Svolta calcio femminile: la Florentia diventa… Florentia San Gimignano

299

TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Per la Florentia, che mantiene una parte di settore giovanile a Tavarnuzze, è l’estate della svolta: diventerà la squadra di Serie A femminile di uno dei borghi più belli d’Italia.

“La Florentia – comunica dai suoi canali social – ha trovato una nuova casa. La città di San Gimignano ci ha accolto con un entusiasmo emozionante e ci ha convinto a legare il nostro club a uno scenario unico al mondo: le torri che da secoli sono un simbolo di bellezza, tradizione, cultura”.

“Da oggi – annunciano – la nostra denominazione sociale sarà “Florentia San Gimignano” e i colori sociali del San Gimignano, il verde e il nero, andranno ad affiancare il rosso e il bianco della Florentia. Nei prossimi giorni ringrazieremo con la cura che meritano le tante splendide persone che hanno permesso il nascere di questo nuovo viaggio. Per oggi ci basta dire che siamo consapevoli di come la vera qualità di un progetto sportivo sia la capacità di rappresentare i legami e l’appartenenza di una comunità, e noi faremo di tutto per onorare la storia millenaria e l’enorme calore che abbiamo trovato a San Gimignano”.

“La necessità di trovare casa – proseguono – era tanto più urgente se pensiamo alla posta in palio che c’è intorno allo sviluppo del calcio femminile per la nostra intera società. Siamo infatti convinti che il professionismo si affermerà solo se saremo capaci di inserire il calcio femminile dentro una grande trasformazione culturale”.

“La nostra convinzione – rimarcano – è che per emozionare il pubblico non basteranno solo i risultati sportivi e la qualità del gioco. Il calcio femminile deve essere di più: può diventare un simbolo della rottura delle barriere che ancora oggi segnano il cammino delle donne, può testimoniare responsabilità sociale e solidarietà verso la propria comunità, può costruire un calcio fondato sulla sostenibilità e sulle emozioni. Solo se il calcio femminile sarà capace di rappresentare tutto questo potrà fare la differenza”.

“Siamo un piccolo club che è arrivato dalla Serie D – sottolineano – ci facciamo forza della presenza in rosa e in società di donne e uomini che hanno creduto nel calcio femminile e che ne hanno segnato la storia. Il nostro obiettivo è testimoniare un calcio che sia una forza di trasformazione”.

“In questi anni – concludono – la visione della Florentia è stata quella di tracciare un sentiero verso la possibilità per le donne di vivere il percorso sportivo in sicurezza. La ricerca delle condizioni per un professionismo inteso come una doverosa garanzia di maggiori diritti, tutele e qualità. Oggi, e nei prossimi giorni, annunceremo altri grandi cambiamenti. Queste trasformazioni saranno legate da un unico filo: la volontà di costruire una solida comunità a sostegno di un progetto che deve accompagnare le atlete a un traguardo storico”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA