L’INTERVISTA / Lorenzo Bellini, dal Grassina (in Serie D) alla Champions Cup Fratres

601
Lorenzo Bellini

SAN CASCIANO – Lorenzo Bellini, classe 1999, fresco vincitore del “doblete” col Grassina (campionato e Supercoppa di Eccellenza, il prossimo anno giocherà in Serie D) si sta rivelando l’indiscusso protagonista della Champions Cup Fratres 2019.

Con 24 reti nelle prime 7 gare, Lorenzo comanda la classifica capocannonieri e detiene il record di più gol segnati in una sola partita (ben 11 contro gli Amaro Montevero).
Siamo andati ad intervistarlo dopo questa fase a gironi mozzafiato.

Primo anno nella Champions Cup Fratres, 24 gol nelle prime 7 partite, ti aspettavi un esordio così sorprendente? 

“No, sinceramente non me l’aspettavo. Grazie ai miei compagni sono riuscito a segnare diverse reti fino ad ora, spero di continuare così per aiutare la squadra ad arrivare più in alto possibile. È sicuramente merito del supporto dei miei compagni e della fiducia che mi sta dando lo staff se per adesso sono il capocannoniere del torneo, speriamo di continuare così anche per le fasi finali”.

Bellini in azione in maglia Grassina

Come giudichi il percorso dei tuoi Disco Roech fino ad ora e dove pensi che potrete arrivare?

“Ci sono stati alti e bassi: nel girone abbiamo fatto quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte, alternando belle prestazioni ad altre incolore. L’obiettivo era raggiungere la qualificazione alla Champions e giudicando il valore del nostro girone siamo contenti di averla raggiunta anche soltanto con il quarto posto. Ora sappiamo che ogni partita è una finale, o dentro o fuori, quindi daremo tutto per arrivare più avanti possibile, sarà difficile ma possiamo farcela. Sappiamo di non essere i favoriti ma sappiamo anche che se giochiamo da squadra per tutta la durata della partita (vedi contro Team Poretti), possiamo dare fastidio a qualsiasi avversario, anche a quelli che sulla carta risultano molto più forti di noi”.

Avrai partecipato sicuramente a tanti tornei, come giudichi la Champions Cup Fratres?

“È la prima volta che partecipo alla Champions Cup Fratres, e sicuramente non sarà l’ultima. È organizzato molto bene e quello che mi ha colpito di più é la presenza costante di una buona cornice di pubblico ad ogni partita. Ogni squadra è ben attrezzata, sia sul campo che fuori, con completini e divise davvero belle e particolari. Il torneo ha un buon livello tecnico e agonistico, ed è per questo che ogni partita è seguita da molte persone. Davvero un bel torneo, poi su un campo così è sempre piacevole giocare”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA