VIDEO / Atletico Impruneta: 4 minuti e 40 secondi di emozioni. Grazie ad “Ale” Leoni

448
Andrea Migliorini e Alessandro Leoni

IMPRUNETA – 4 minuti e 40 secondi di video. Pieni di emozioni. Griffati, come sempre, da Alessandro Leoni, vicecapitano dell’Atletico Impruneta e… videomaker.

“Potrebbe essere l’ultimo video – scrive Leoni – e fa male… molto male”.

Il riferimento è, ovviamente, alle questioni societarie che potrebbero portare alla cancellazione della società.

“Tre anni fa – prosegue Leoni – decisi di intraprendere il progetto Impruneta con la speranza di raggiungere la Promozione nel più breve tempo possibile. Purtroppo questo obiettivo non è stato raggiunto: ma non era l’unico obiettivo che ci eravamo posti”.

“Quando il mister – continua – Francesco Perini dette ad Andrea Migliorini la fascia da capitano, e a me il ruolo di vice, ci chiese di provare a creare un gruppo coeso come una famiglia”.

“Al termine di questi tre anni – afferma orgoglioso – posso dire che ci siamo riusciti: questa famiglia è nata non solo per merito mio e di Andrea, ma grazie a tutto. In particolare grazie ai ragazzi con più esperienza, Simone Tinagli, Cosimo Vanni, Mirko Pinzauti, Edoardo Banchetti, con cui sono molto legato anche fuori dal campo; e grazie ai ragazzi più giovani che ci hanno sempre seguito senza mai mollare, grazie allo staff sempre presente e alla società”.

“Quest’anno – dice ancora – c’è un po’ di rammarico per non aver potuto giocare i playoff nonostante il quarto posto in classifica, ma è doveroso riconoscere i meriti a quelle squadre avversarie che hanno disputato un campionato praticamente perfetto. Noi però abbiamo vinto ogni giorno che abbiamo passato del tempo insieme, sempre presenti e con il sorriso sulle labbra anche nei momenti più difficili. Abbiamo vinto come gruppo”.

“Grazie per quello che mi avete dato in questi tre anni unici – conclude – La mia vittoria siete voi. E l’Atletico Calcio Impruneta merita di andare avanti!”.

Guardatelo il video. Merita davvero. Parla di calcio, di amicizia, di rapporti che ci fanno ancora vedere con occhi sognanti quel pallone che rotola in mezzo a un campo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA