Barberino salvo, il grazie (di cuore) della società a mister Temperini e alla squadra

275

BARBERINO TAVARNELLE – E’ un grazie espresso con il cuore quello del Barberino. La società, con alcune righe sui suoi canali social, ringrazia squadra e mister per la bella salvezza conquistata anche quest’anno in Prima categoria.

Passando dai playout, vinti domenica scorsa contro il San Clemente. E attraverso sfortune e infortuni che avevano davvero messo in dubbio la permanenza in Prima.

“Due parole per ringraziare questo gruppo – dicono dal Barberino – che anche quest’anno è riuscito a portare a casa l’obbiettivo stagionale della permanenza in Prima categoria. In perfetto… stile Barberino: all’ultima partita, all’ultimo respiro”.

“Un campionato che era cominciato con i migliori auspici – ricordano – ma che si è trasformato in un calvario. Subito un incidente importante per Giulio Morandi, che ci rimette un ginocchio alla prima partita; poi Lorenzo Martelli, infortunato poco dopo contro il Fiesole, ma fortunatamente rientrato nel finale di campionato”

“Nel momento – riprendono – in cui si fa male Alberto Concato, contro il Certaldo. Assenze importanti, che fra i normali infortuni e squalifiche hanno assottigliato notevolmente una rosa già ridotta. Che spesso si è presentata in campo con poche scelte a disposizione”.

“Tutti – dicono con orgoglio – si sono sobbarcati il peso della situazione che è perdurata per gran parte dell’anno. E tutti hanno portato qualcosa in questa squadra, ne hanno fatto un collettivo unito che non si è dato mai per spacciato, neanche nei momenti più duri quando niente sembrava andare per il verso giusto”.

Infine un plauso al tecnico: “Il collante di tutto si chiama Maurizio Temperini: la sua grinta e la sua tenacia hanno tenuto la barra al centro verso l’obbiettivo finale. Grazie ragazzi!”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA