Un Belmonte pazzesco: 1-0 sullo Staggia, biancorossi nella storia (e in Prima Categoria)

1033

SIGNA – Il miracolo biancorosso si completa allo Stadio del Bisenzio di Signa e vale l’appuntamento con la storia: il Belmonte vince ai supplementari (e con pieno merito) lo spareggio contro lo Staggia e vola in Prima Categoria.

Un traguardo impensabile fino a due giornate dal termine: ma i neroverdi hanno raccolto un solo punto negli ultimi 180 minuti della regular season, contro i quattro dei ripolesi (che però si mordevano le mani per il pari contro il retrocesso Geggiano) e si sono fatti poi superare nell’appendice da dentro-o-fuori.

Si colora di biancorosso buona parte della tribuna dello stadio signese, mentre Coppini conferma l’ossatura consueta della formazione: Mariotti tra i pali; Francioni e Cecconi terzini; Tommaso Guasti e Fusi consolidata coppia centrale; Filippo Guasti davanti alla difesa, Pierattini e Matteini liberi di inserirsi ai suoi lati; Torti riferimento centrale con l’assistenza di Mucilli a sinistra e Dilaghi a destra.

Formazione-tipo anche per lo Staggia, con il 4-2-3-1: Mandorlini in porta; Salvi e Muzzi terzini; Milat e Bartali in mezzo alla difesa; Conti e Bianchi a rompere il gioco altrui; Lotti, Tognazzi e Testella in appoggio a Borgheresi.

L’abbrivio migliore è quello del Belmonte, che nella prima frazione tiene tra i piedi il pallino del gioco e concede pochissimo ai valdelsani, che in porta non tirano quasi mai.

I biancorossi invece si fanno insidiosi diverse volte. All’11’ Torti riesce a liberarsi di Milat e trova poi la respinta di Mandorlini che si salva poi alla grande anche sulla susseguente conclusione in corsa di Dilaghi. E sull’angolo conseguente Tommaso Guasti stacca bene di testa ma non trova lo specchio.

Al 20′ occasionissima per Matteini che calcia dall’altezza del dischetto ma manda fuori di un soffio in diagonale. Al 22′ lo stesso Matteini ruba palla a Tognazzi e conclude, ancora Mandorlini vola a togliere dall’angolino basso, mentre sul corner che segue c’è in area un contatto Mandorlini-Torti su cui l’arbitro lascia proseguire.

Il primo tentativo dello Staggia è del 37′ quando Conti manda addirittura in fallo laterale la conclusione al volo dal limite; mentre al 43′ Borgheresi viene fermato per un off-side su cui rimane qualche dubbio quando è ormai lanciato verso Mariotti. Quasi allo scadere l’ultimo brivido del primo tempo: Torti arpiona un buon pallone ma poi manda alto.

Nella ripresa va vicinissimo subito al gol il Belmonte: al 50′ Mucilli mette dentro dalla sinistra, intelligente sponda di testa di Dilaghi sul secondo palo e poi Matteini da pochi passi non è abbastanza cattivo e ricava solo un angolo.

Lo Staggia nella seconda parte sembra in crescita rispetto ai primi 45′, anche se la maggior pressione non si concretizza in azioni pericolose. L’ingresso dell’esperto Pischedda (già a segno in campionato al Pazzagli) dà comunque maggior verve ai valdelsani. Al 66′ Mariotti esce bene di testa ad anticipare Lotti.

Il Belmonte, che perde Guasti in difesa sostituito perfettamente da Magli, si rivede al 75′: solito cross velenoso di Mucilli ma Matteini e Dilaghi di testa arrivano con un attimo di ritardo in area piccola.

Lo Staggia si riaffaccia in avanti al 77′ con Pischedda che ci prova senza fortuna da posizione defilata (Mariotti attento). I neroverdi provano a stringere i tempi. All’82’ Borgheresi serve un ottimo pallone a Pischedda che però da pochi passi di testa manda a lato. E all’83’ Mariotti è bravo a smanacciare in angolo il tentativo di pallonetto dalla distanza di Lotti. Sul corner battuto da Tognazzi proteste degli uomini di Martini per un presunto tocco di mano biancorosso in area che dalla tribuna è impossibile però cogliere.

Il finale di tempo regolamentare è tutto ripolese. All’85’ Pierattini calcia un gran destro dal vertice sinistro dell’area che si infrange sul palo a Mandorlini battuto. E in pieno recupero, al 95′, lo Staggia mette dentro con Borgheresi però a gioco ormai fermo per una irregolarità dopo il lancio di Pischedda.

Si va così ai supplementari, mentre intanto qualcosa in campo è cambiato: nei biancorossi dentro Bartolini e Zoppi per Francioni e Matteini per esempio, per gli avversari fuori Bianchi e dentro Palmieri.

Anche nei supplementari il Belmonte pare più determinato. E il gol decisivo arriva quasi subito. Al 5′ su un un lungo lancio Zoppi allunga il piede e per poco non beffa Mandorlini, ancora una volta attentissimo nel mandare in angolo. Ma un attimo dopo, proprio sul corner seguente, sul traversone dalla destra di Dilaghi, Torti prende il tempo a tutti e di testa infila in palla l’1-0.

Lo Staggia fatica a reagire con lucidità e anzi a fine frazione resta anche in dieci per il secondo ingenuo giallo a Salvi che, ammonito pochi minuti prima, reagisce su Dilaghi a gioco fermo e si becca il rosso (che costerà anche nei play-off).

Nell’ultimo parziale Martini si gioca anche Nisticò in prima linea ma l’assedio neroverde porta pochi frutti, perché il Belmonte difende sempre con intelligenza e poi riparte.

Soltanto a tempo ormai quasi scaduto lo Staggia ha l’occasionissima per il pari: punizione di Nisticò, respinta di Mariotti, Pischedda a colpo sicuro svirgola col sinistro sul fondo da ottima posizione. E poco dopo, ormai nel recupero, lo stesso Pischedda manda sul fondo l’ultima chance per tenersi agganciati alla Prima Categoria (salvo play-off da giocarsi intanto con la Sancascianese domenica prossima in semifinale).

Al fischio conclusivo è festa grande per il Belmonte per un traguardo impensabile soltanto due settimane fa ma assolutamente meritato sul campo dagli uomini di Coppini.

Chi l’avrebbe mai detto che questo Belmonte – tanto talentuoso quanto incostante fino ad un anno fa – avrebbe scritto la storia?

Gabriele Fredianelli

IL TABELLINO: 1-0 dopo i supplementari (0-0 al 90′)

BELMONTE: Mariotti, Francioni (88′ Bartolini), Cecconi, Guasti F., Fusi, Guasti T. (71′ Magli), Dilaghi (107′ Landi), Matteini (88′ Zoppi), Torti, Pierattini, Mucilli (99′ Zahini). A disp.: Gianni, Sorbetti, Shehu, Poggi. All.: Massimo Coppini.

STAGGIA: Mandorlini, Salvi, Muzzi, Conti, Bartali (99′ Paoletti), Milat, Testella (58′ Pischedda), Bianchi (88′ Palmieri), Borgheresi (106′ Nisticò), Tognazzi (106′ Caciagli), Lotti. A disp.: Lastrucci, Nencioni, Caciagli, Signorini, Corbinelli. All.: Federico Martini.

ARBITRO: Ravara sez. Valdarno, coad. da Vizzini sez. Valdarno e Coco di Pisa.

RETE: 5′ p.t.s. Torti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA