Scuderia Cassiacorse 264 Storica un’asta da record: oltre 3mila euro per il Gruppo Insieme

413

SAMBUCA (TAVARNELLE) – Il freddo di domenica 16 dicembre non ha impedito a tanti di partecipare alla tradizionale asta di beneficenza nel nuovo “Punto d’Incontro” della Scuderia Cassiacorse 264 Storica in via Leonardo da Vinci, alla Sambuca.

Dove, per il terzo anno consecutivo, è stata allestita l’asta il cui ricavato è andato all’Associazione Gruppo Insieme Onlus di Greve in Chianti.

Grazie all’impegno dei soci della scuderia e di chi ha voluto contribuire portando oggetti anche di un certo valore, l’asta si è presto animata, grazie anche alla simpatia di Danilo Barbieri che ha presentato i vari lotti per essere battuti.

Tanti oggetti su “tema motori”: come componenti di motori di auto, serbatoi di moto, addirittura una Vespa, una piccola televisione da tenere in auto, oggetti creati a mano con accessori auto, un bellissimo quadro con una macchina da corsa e sullo sfondo Monteriggioni.

Non è mancato anche un momento simpatico, con l’entrata in “officina” del sosia del Cavalier Berlusconi, che ha messo all’asta una bottiglietta dal contenuto… afrodisiaco.

E ancora pacchi a sorpresa, orologi a pendolo, un vecchio fucile a pietra focaia (naturalmente innocuo), libri, tazzine: insomma un’infinità di oggetti contesi a suon di rialzo da vari contendenti.

Il tutto, naturalmente, a cifre alla portata di tutti e con uno spirito di allegria. Tra quelli che hanno fatto più acquisti, c’è stato il presidente della Scuderia Cassiacorse Luigi Berra.

“Abbiamo sposato la causa per dare una mano – ci ha detto il vicepresidente della Scuderia Danilo Barbieri – per aiutare l’Associazione Gruppo Insieme Onlus, un aiuto che va anche con il contributo di dieci euro a loro favore al momento dell’iscrizione dell’evento turistico culturale Firenze-Siena, che quest’anno si svolgerà il 13 e 14 aprile 2019”.

Abbiamo incontrato anche Stefano Carrai, presidente dell’Associazione Gruppo Insieme Onlus: “Questo è il terzo anno: per noi il ripetersi di un’iniziativa come questa non può che essere sinonimo di soddisfazione, di gioia e di estremo entusiasmo, perché un’associazione come la nostra venga pressa sotto braccio da un gruppo importante come la Scuderia Cassiacorse, è un qualcosa di meraviglioso”.

“Un’associazione – ha proseguito Carrai – composta da volontari per promuovere l’integrazione di bambini, ragazzi e giovani con disabilità e situazioni di disagio. E che offre sostegno alle loro famiglie. Quando andiamo fuori con il pulmino, che tutti i giorni percorre 160 chilometri, non abbiamo le lucine che manifestano l’emergenza, ma la nostra è una consuetudine fatta da volontari. E, come diceva mio nonno, è più difficile essere gentiluomini che eroi, perché l’eroe fa un gesto per una volta, il gentiluomo lo deve fare per tutta la vita. Mi farebbe piacere, in questa circostanza ringraziare, la vice presidente della nostra associazione, Gabriella Palloni e Nadia Vaccaro. Le promotrici dell’asta”.

Alla fine della mattinata poi il pranzo tutti insieme per lo scambio di auguri di Natale. Per la cronaca, il ricavato dell’asta è andato al di là di tutte le aspettative, raccogliendo oltre 3.000 euro, interamente donati al Gruppo Insieme Onlus.

Antonio Taddei

@RIPRODUZIONE RISERVATA